Pollidori – gol, il Cerignola si sbarazza del Gragnano e torna alla vittoria in campionato

690

Bitetto cambia formazione e modulo contro il Gragnano per permettere ad alcuni dei suoi uomini di rifiatare, dopo il vittorioso passaggio del turno in Coppa Italia ai danni del Team Altamura, il mister ofantino ridisegna il Cerignola schierandolo con il 4 3 1 2, affiancando Pollidori in difesa, al posto dell’acciaccato Abruzzese, a far coppia con il capitano Allegrini, in avanti Lattanzio e Foggia supportati da Longo. A partire subito bene è però il Gragnano che  riesce ad incunearsi nell’area ofantina con il giovane Talia, ma l’attaccante campano è troppo lento nel girarsi e Abagnale riesce a chiudere in presa bassa sull’avanti campano. All’8 al primo affondo dell’Audace, il gol: punizione sulla trequarti battuta da Russo, Pollidori è più lesto di tutti e con un diagonale da posizione ravvicinata riesce  a battere l’incolpevole Sorrentino. Il Gragnano appare stordito e  al 12’ rischia il capitombolo con la squadra di casa che sfiora il raddoppio: Pollidori batte un calcio di punizione dal limite dell’area, Sorrentino è bravo ad opporsi con la mano di richiamo, ma la palla termina sui piedi di Di Cecco che a botta sicura colpisce in pieno la parte alta della traversa. L’Audace si limita a difendere il risultato in maniera ordinata e al 35’ i napoletani sfiorano la rete con Talia che dall’interno dell’area di rigore riesce a calciare in maniera potente, Abagnale è bravo ad opporsi in tuffo da terra.

Nella ripresa nessun cambio nelle file del Cerignola che va vicino al gol al 50’ con il capitano Allegrini, abile ad avvitare di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo con la palla che termina di poco alta sulla traversa. Poco più tardi è Foggia ad essere protagonista, dopo esser lanciato sulla fascia da Loiodice, salta il suo diretto avversario e mette al centro una palla invitantissima che Lattanzio non deve far altro che spingere in rete, ma l’attaccante andriese si complica la vita e incredibilmente  sbaglia a porta vuota.  La partita si incattivisce, spezzettata dai diversi falli degli ospiti. Al 78’ Siclari, entrato al posto di un deludente Lattanzio, prende iniziativa, triangola con Foggia e, in diagonale spara un bolide al quale si oppone ottimamente Sorrentino, rifugiandosi in angolo.All’85 Loiodice in contropiede percorre tutto il campo, al limite dell’area accarezza la palla con la suola e lascia partire un perfetto tiro a giro che Sorrentino riesce a mandare in angolo. Si chiude così la gara con il Cerignola che ritorna alla vittoria in campionato dopo un mese. A fine gara Bitetto appare soddisfatto per il risultato, meno per il gioco espresso, soprattutto nel primo tempo, dove la squadra non è apparsa convinta dei propri mezzi. Domenica prossima il Cerignola sarà ospite della Sarnese corsara quest’oggi a Vallo della Lucania contro la Gelbison.

Matteo Bancone

 

 

TABELLINO

AUDACE CERIGNOLA VS CITTA’ DI GRAGNANO: 8’ Pollidori

AUDACE CERIGNOLA: Abagnale, Cascione, Russo Luca, Di Cecco(15’s.t. Liodice), Pollidori, Allegrini, Carannante, Esposito, Foggia(42’s.t. Marotta), Lattanzio(24s.t. Siclari) A disp: Vassallo, Tedone, Matere, Decristofaro, Abbruzzese, EspositoAll. Bitetto

CITTA’ DI GRAGNANO:  Sorrentino, La Monica(24’s.t.Evacuo), Ammendola(43’s.t. Disiervi), Cavaliere(13’ Lopetrone), Pastore, Chiavazzo, Gassama, Martone, Talia(13’st. Elefante), Poziello, Di Costanzo(5’s.t. Tascone)A disp: Sicignano , Procida, Lopetrone, Chiarello   All Russo

ARBITRO: sig Di Marco(Ciampino) Assisteni:Dell’arciprete(Vasto), Miccoli(Lanciano)

AMMONITI : Lamonica, (Città di Gragnano) Loiodice,Abagnale,Pollidori(Audace Cerignola)

ESPULSI: Tascone 47’ s.t. (doppia ammonizione)

NOTE: presenti circa 20 tifosi provenienti da Gragnano.