CalcioWebPuglia

Il punto sulla Promozione girone A, decima giornata

promoa10gio
Share

Due pareggi nei big match di giornata nel decimo turno, nel quale le prime della classe si sono incrociate tra loro, con un nulla di fatto. Ne approfittano le inseguitrici, risalendo una classifica che in zona playoff, si presenta cortissima.

Si ferma a sei la striscia di vittorie consecutive della Vigor Moles, bloccata tra le mura amiche da un tenace Terlizzi, e mantenendo comunque la vetta considerato il pari di Altamura tra Fortis e Ginosa. Ai biancazzurri non basta il gol in apertura di Caruso, con il pari conseguito pochi minuti più tardi con un destro a incrociare di Colella che si spegne nell’angolino più lontano. Nella ripresa il portiere ospite Amoruso stoppa gli avanti di casa con due grandi interventi, ma il Terlizzi mostrandosi ostico e ben messo in campo, strappa un pari utile sia alla classifica che per il morale.

Altro pareggio nello scontro tra seconda e terza in classifica al “Tonino D’Angelo” di Altamura. Fortis e Ginosa infatti, non vanno oltre lo zero a zero con i locali a fare la partita nel primo tempo (bravo Giampetruzzi a sventare la minaccia), seppur ben controllati dagli ospiti vicinissimi al vantaggio nella ripresa in due occasioni specie nel finale con il neo entrato Lovecchio, che tutto solo dinanzi a Ferrugine, cicca la sfera consegnando di fatti un pari che non muta la classifica in testa, ma conferma le qualità di un Ginosa solido come dimostrato dalla miglior difesa del campionato.

Continua il momento no di un Trulli e Grotte che cede tra le mura amiche con una sempre più sorprendente Audace Barletta, che si posiziona in quarta posizione, dispiegando la forza di un organico che risulta essere il giusto mix tra esperienza e gioventù. Apre Capuano su azione di ripartenza, raddoppia D’Onofrio con una splendida azione solitaria, tris nel finale con Sciancalepore, a sancire un ko per i padroni di casa che complica e non poco le proprie velleità di alta classifica.

Piena zona playoff per un San Marco che trova l’ennesimo successo fuori casa superando nel derby un Real Siti che ha disputato la propria gara interna sul neutro di Cerignola. Prima frazione di marca granata, grande approccio alla gara che si concretizza con la rete del vantaggio, ottenuta grazie ad una fulminante ripartenza ad imbeccare Salerno il quale non fallisce il bersaglio dinanzi il portiere di casa. Poco più tardi è Quitadamo a intercettare una corta respinta della difesa avversaria piazzando la sfera sul palo più lontano centrando il raddoppio. Nella ripresa Real Siti che preme accorciando le  distanze con il solito Difrancesco, ma dopo esser rimasti in dieci per espulsione di Caggianelli, match chiuso con il diagonale vincente di Scarano per il definitivo uno a tre. Real Siti sorprendentemente, in zona playout.

Brinda con un successo casalingo, l’esordio del neo tecnico dello Sporting Ordona il giovane ed ex capitano rossoblù Fabrizio Mascia, grazie al successo ottenuto sul quotato Martina Calcio successivo all’esonero di inizio settimana di mister Lomuscio. Squadra accorta, tatticamente ordinata ed un Piscopo in vena di prodezze (foto), che con una doppietta, una rete per tempo, stende un Martina che ha la pecca di entrare nel vivo del match in ritardo, quando sotto di due reti. Azione corale, traversone al centro e botta di prima intenzione per il vantaggio di casa firmato dall’esperto centrocampista offensivo foggiano nella prima frazione. Nella ripresa raddoppio Ordona da un lungo rilancio del portiere locale, che scavalca una difesa apparsa vulnerabile e punita dal “lob” del solito Piscopo a beffare Costantino in uscita. A questo punto Martina all’arrembaggio, che si concretizza con la sola rete sugli sviluppi di un corner, di un altro difensore, Vinci, a riaprire i giochi ad ormai tempo quasi scaduto. Zona playoff poco distante, ma martinesi che devono riflettere su un passo falso e mezzo in due gare. Mister Mascia per l’Ordona invece, si è giocato in maniera perfetta un grosso jolly per la sua riconferma.

Prosegue, nonostante il recente e sfortunato ko interno contro la Fortis Altamura, il momento positivo di una Nuova Spinazzola che compie un grande impresa, vincendo in quel di Ascoli Satriano per due reti a zero e scavalcando il Real Siti, posizionandosi in acque tranquille. Risultato deciso nella ripresa: i gol sono frutto di un calcio di rigore siglato da Pensa al secondo minuto, e un destro di Dascoli che intercetta la battuta da calcio d’angolo dello stesso Pensa quindici minuti dopo. Sconfitta bruciante per i gialloblù, risucchiati nel limbo al confine con la zona playout.

Pareggio che non soddisfa nessuna delle due compagini quello tra Monte Sant’Angelo e Noicattaro, dove sugli scudi si sono innalzati i due portieri (Leo per i locali, Lovecchio per gli ospiti), e…le traverse. Su penalty, quella colpita da Latorre nella prima frazione per un Monte Sant’Angelo sfortunato e sprecone quando sbatte anche sull’estremo barese, mentre su punizione dal limite quella di Colella per i nojani, per un nulla di fatto generale che nonostante la vivacità della gara, non risolve i problemi di classifica di ambedue le squadre.

Prosegue il momento negativo in casa Polimnia, rilanciando le ambizioni salvezza diretta per una Virtus Bitritto, distante attualmente soltanto due lunghezze. Nonostante il pari di Noicattaro, mister Mongelli è stato in settimana, sollevato dall’incarico ed i rossoverdi in attesa della nuova nomina, si presentano privi di una guida tecnica in panchina, soccombendo ai ritrovati biancoverdi con una rete per tempo. Cascione al ventesimo in diagonale, e Catalano all’ora di gioco direttamente su punizione, decidono la contesa.

 

Share
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com