Cuore e batticuore, grinta, coraggio, forza, recriminazioni, ed un pallone che impazzito regala emozioni sul finale di una gara che sembrava destinata a terminare a reti bianche fino a più della metà del secondo tempo, poi i fuochi d’artificio. Paganese – Virtus Francavilla termina 2 a 2.

È un incrocio di robusti 3-5-2 che si studiano e non mollano di un centimetro le posizioni. Mister Trocini arriva al “Torre” senza Nunzella, Perez e Baclet mentre Erra al posto di Alberti non al meglio schiera Musso.
Inizialmente le squadre sembra che vogliano giocarsela a viso aperto e dopo appena 2 minuti ci prova per gli ospiti Tchetchoua ma la sfera termina alta, al 6° sfiora il gol la Paganese con Schiavino.
Dopo 16 minuti la Virtus perde Pino per infortunio e al suo posto entra Delvino.
Al 18° occasione per Gigliotti si salva alla meglio la difesa di casa.
La partita scorre via e al 35° brividi per gli ospiti: Capece da fuori sfiora il palo. E sul finire batti e ribatti: prima ci prova Vazquez ma il tiro è alto e poi risponde Bonavolontà da fuori e sfiora il legno.

Nel secondo tempo accade tutto il contrario di tutto.
Ci provano entrambe ma a stappare la gara liberando le frizzanti bollicine è Scarpa entrato al posto Bonavolontà che al 79° sfrutta una indecisione di Costa e di testa su cross di Gaeta la infila in porta e la Paganese passa in vantaggio, esplode il “Torre”.
Nemmeno il tempo di festeggiare però e la Virtus Francavilla ha una reazione rabbiosa con Vazquez che approfitta di un errore di Baiocco e in diagonale pareggia i conti al minuto 82.
Mancano pochi minuti alla fine ma nessuna delle due si arrende e al minuto 85 Scarpa ribadisce in rete una respinta di Costa su tiro di Diop e sembra ormai aver messo il punto esclamativo sulla gara. E per gli ospiti gira tutto storto e restano anche in dieci per l’espulsione di Bovo per proteste.
Nulla è perduto però, perché nei 5 minuti di recupero, i salentini gettano il cuore oltre l’ostacolo e conquistano un rigore al 94°; dal dischetto va Vazquez, il bomber, calcia e lo sbaglia ma riprende la sfera ribattuta da Baiocco, gonfia la rete, doppietta per lui, e mette in cassaforte un punto d’oro in una domenica pazza, pazza, pazza.
La Paganese si conferma squadra tosta e muscolosa; la Virtus Francavilla compagine dalle mille risorse che sicuramente potrà esprimersi al meglio nel momento in cui riuscirà ad uscire fuori da questo tunnel di negatività e comunque oggi si sono visti spiragli di luce importanti, quelli dimostrati anche nelle prime due giornate quando a frenare la corsa dei brindisini erano state solo delle decisioni arbitrali molto discutibili.
La Virtus Francavilla va a 3 punti, la Paganese raggiunge quota 5.

Domenica 22 settembre ci sarà il derby col Bari per i ragazzi di Trocini in casa mentre per la truppa di Erra farà visita alla Cavese.

Paganese-Virtus Francavilla Calcio 2-2
Reti:
 33’st, 38’st Scarpa (PA) 36’st, 49’st Vazquez (VF)

Paganese: Baiocco, Panariello, Caccetta, Diop (44’st Guadagni), Stendardo, Giulio, Capece (43’st Bramati), Bonavolontà (12’st Scarpa), Schiavino, Perri (12’st Gaeta), Musso (7’st Calil). A disp: Scevola, Campani, Sbampato, Lidin, Acampora. All. Erra

Virtus Francavilla Calcio: Costa, Tiritiello, Gigliotti (43’st Mastropietro), Bovo, Vazquez, Pino (17’pt Delvino), Albertini, Caporale, Sparandeo, Puntoriere (24’st Marozzi), Tchetchoua. A disp: Sottoriva, De Luca, Carella, Marino, Calcagno, Miccoli. All. Trocini

Arbitro: Matteo Gualtieri di Asti (Carmelo De Pasquale di Barcellona Pozzo di Gotto-Francesco Perrelli di Isernia)

Note: Ammoniti: Gigliotti, Delvino, Vazquez, Tchetchoua (VF) Espulsi: Bovo (VF)
Recupero: 4’pt, 5’st