Tante occasioni non sfruttate, Vignola si fa parare un rigore

Continua il momento critico per i rossoblù di mister Vignola, anche oggi perdono un´altro importante appuntamento per far risalire la squadra dalla zona rischio. La sconfitta subita per un gol posiziona la squadra carovignese all´ ultima posizione della classifica generale, e questo dovrebbe far correre ai ripari l´intero staff dirigenziale. Il match è stato ben preparato da mister Vignola che ha dovuto rinunciare a Tony Lanzilotti e Mimmo Urso, ambedue appiedati dal giudice. Il primo tempo è ghiotto di occasioni, ottime palle gol per Patimo, Tidiane e Triarico, ma poco sfruttate nel finalizzare in rete. Il Taurisano non preoccupa molto l´estremo rossoblù, la difesa è ben organizzata da Danese e Camposeo e non concedono molte opportunità al Toro.
Nella ripresa stesso copione, azioni decisive in attacco con esito negativo. Il Taurisano sfrutta l´unico errore difensivo, Pedone al 75´ sfrutta un buco nel bunker ospite e centralmente beffa, con un pallonetto, Abatematteo in uscita. A soli 5´ dal termine l´arbitro concede il rigore al Carovigno per atterramento in area di Tidiane, batte Dario Vignola con un tiro basso, il n° 1 granata, Potenza, intuice e para, oggi è il migliore in campo per i granata. Per il Carovigno sfiga confermata, contro la malasorte c´è poco da fare. Adesso bisogna rabboccarsi le maniche e analizzare le problematiche che affliggono da sempre l´attacco rossoblù. Il campionato è ancora lungo e la classifica è corta, c´è tempo per migliorare.

Migliore in campo Antonio DANESE.

TAURISANO-CAROVIGNO 1-0
RETI: 24’st Pedone

TAURISANO: Potenza, Moretto, Mazzeo, Preite (10st Piccinni), Ciurlia, De Giorgi (1’st Pedone), Striano (23’st Pirretti), Palumbo, De Vito, Cortese (38’st Mele), Antonazzo (44’st Musio). All. Manco.

CAROVIGNO: Abate, Motti (40’st Poso), Morleo, Vignola, Lanzilotti Th., Danese, Greco, Patimo, Tidiane, Triarico (17’st Cirasino), Camposeo (32’st Boscaini). All. Vignola.

ARBITRO: Schifone di Taranto.

NOTE: al 45’st Potenza para un rigore a Vignola.