Il peggior Nardò della stagione impatta in casa contro un Grumentum ridotto in 10 per un’ora.
Già dalle prime battute di gioco si palesava una prestazione inconcludente dei granata. Mai al tiro nei primi 30′ e in affanno sulle sgroppate degli attaccanti grumentini Potenza e De Luca.
Al 20′ episodio chiave. Potenza si invola verso l’area e prova il dribbling su Colonna, il difensore neretino intercetta con la mano e provoca il calcio di rigore. E’ lo stesso Potenza ad insaccare calciando forte e centrale battendo Milli.
Il Nardò si scuote e prova con Calemme ad impensierire la munita retroguardia lucana. Il fantasista napoletano va al tiro in sequenza al 22′ con un calcio di punizione dal limite alto, al 24′ con un tiro centrale dalla distanza parato da Russo e al 26′ con un tiro-cross su calcio di punizione che si perde fuori.
Il Nardò spinge con insistenza e impegna ancora Russo al 27′ con Natalucci. Al 30′ è il turno di Mengoli ma la sua conclusione su punizione è forte ma imprecisa.
Al 34′ altro momento cruciale. De Luca, già ammonito in precedenza, alza il gomito in contrasto sul volto di Danucci. Per l’arbitro Barbiero di Campobasso non ci sono dubbi, doppio giallo ed espulsione.
La partita, o meglio, il nervosismo si accende.
Tra proteste vibranti e capannelli minacciosi ne fanno le spese Natalucci e Catinali che beccano il cartellino giallo.
Il Nardò dovrebbe approfittare della superiorità numerica, invece si disunisce contro un arroccato Grumentum,
Foglia Manzillo sacrifica un difensore, Colonna, per inserire una punta, Manfrellotti ma il primo tempo si chiude con il Toro sotto di un goal.

Nel secondo tempo il Nardò alza i ritmi di gioco ma non il livello di accuratezza delle giocate. I lucani rischiano praticamente nulla.
Al 55′ un lancio di Danucci innesca Mengoli in area su cui interviene fallosamente Visani. Rigore ed ammonizione.
Dal dischetto Calemme realizza spiazzando Russo pareggiando i conti.
A questo punto la logica vorrebbe un Nardò arrembante e battagliero, invece i granata si disuniscono e si allungano favorendo le ripartenze degli azzurri lucani.
Al 67′ occasione d’oro per i grumentini con Pellegrino che calcia alto da buona posizione.
Al 70′ è Matinata ad avere la palla del match ma la spreca calciando fuori appena entrato in area.
Il Nardò prova a ricompattarsi con l’ingresso di Montaperto e Trofo nel finale senza, però, mai impensierire Russo.
La pressione finale dei granata è del tutto sterile e il grumentum può agevolmente controllare il match portando a casa un punto prezioso recriminando sulle occasioni mancate.
Per il Nardò una domenica sottotono con una condizione psico-fisica da recuperare.

NARDÒ-GRUMENTUM 1-1
Goal: 19′ rig. Potenza (G), 56′ rig. Calemme (N)

AC NARDÒ (3-5-1-1): Milli; Trinchera, Stranieri, Colonna (48′ Manfrellotti); Frisenda, Mengoli (89′ Spagnolo), Danucci, Cancelli (84′ Trofo), Natalucci (73′ Montaperto); Calemme; Camara.
Bench: Mirarco, Pantano, Raia, Valzano, Angelini.
Coach: Antonio Foglia Manzillo.

GRUMENTUM VDA (3-5-2): Russo; Pellegrini, Carrieri, Dubaz; Mbengue, Matinata (89′ Cavaliere), Catinali, Agresta (65′ Martinez), Visani; De Luca, Potenza (75′ De Simone).
Bench: Franza, Buoncore, Cirelli, Falco, Lobosco, Losavio.
Coach: Antonio Finamore.

Arbitro: Barbiero di Campobasso
Assistenti: Cristiano Pelosi di Ercolano e Ernesto Dell’Isola di Sapri

Ammoniti: Natalucci (N), Catinali, Visani (G).
Espulso: al 34′ De Luca (G) per somma di ammonizioni.