Giovedì 14 marzo è stato un giorno molto triste per tutti gli sportivi sipontini e non. Dino Della Torre, uno dei più conosciuti portieri ad aver avuto i natali a Manfredonia, è venuto a mancare a soli 48 anni, dopo aver lottato a lungo contro un brutto male.

Ha vestito le maglie del Tricase e del Nardò, ed entrambe hanno mostrato il proprio cordoglio alla famiglia e lo hanno ricordato con un tributo in suo onore. Conosciuto anche per essere stato il “salvatore” della squadra di Giugliano nel 1998, poiché parando un rigore nel frusinate ha permesso alla squadra granata di rimare in C2. Nel 2000 ritornò al Nardò, collezionando 33 presenze nella squadra leccese. Tutti lo ricordano come un grande sportivo, ma soprattutto un grande uomo, pronto ad aiutare i ragazzi e a concedere dei consigli acquisiti grazie alla sua esperienza.

Anche il Manfredonia calcio, dove ha trascorso i suoi ultimi anni di carriera come calciatore prima e preparatore atletico per i portieri dopo, esprime il suo profondo cordoglio per la terribile notizia e molti dei suoi compaesani sostengono che non abbia perso mai il sorriso e la voglia di vivere, nonostante la malattia. Dino dunque, ha lasciato un’impronta indelebile nel cuore di chi lo conosceva e dei tifosi e verrà per sempre ricordato come un esempio da seguire ed un grande amico di tutti.

Michela Rinaldi