Alessandro Laricchia, amministratore unico del Monopoli, ha proposto una soluzione per i campionati di calcio che risentiranno del lungo stop causato dall’emergenza coronavirus:

“Un calciatore non è immune, può contrarre il virus anche nella vita quotidiana. La mia riflessione è più globale. Bisognava fermarsi prima un po’ tutti. Facciamo finta che marzo sia il nostro agosto e ricominciamo ad aprile ad allenarci. In Argentina esiste il campionato di clausura, voglio immaginarlo così con chiusura a giugno. Pensavamo che lo scorso anno fosse irripetibile in quanto a rinvii, purtroppo e non per colpa di nessuno legato allo sport, ci siamo superati. Proposte? Dipende dal punto di ripresa. Se si iniziasse ad aprile non toccherei nulla, se si cominciasse dopo accorcerei i playoff non coinvolgendo dieci squadre perché non ci sarebbe il tempo, ma facendo partecipare solo le prime quattro”, le parole rilasciate all’inserto pugliese del Corriere dello Sport e riprese da TuttoCalcioPuglia.