“ Lo sport in particolare il calcio, può portare crescita e sviluppo in un Territorio, perchè non provarci anche a San Severo?

A San Severo c’è un buon vivaio di giovani che coltivano la passione del #calcio a tutti i livelli, da quello dei pulcini, alle giovanili, in diverse squadre calcistiche, fino ad arrivare alla prima squadra, rappresentata dall’Alto Tavoliere San Severo Calcio (tra due anni compie 100 anni di vita).

Ebbene, oggi si parla tanto del Foggia Calcio e dell’importanza che questa squadra riveste nella nostra provincia, persino il sindaco Landella si è mosso per la ricerca degli imprenditori interessati a rilevare il titolo con una vera e propria azione di marketing e manifestazione di interesse, a livello nazionale.

Perchè a San Severo non facciamo la stessa cosa?

Sarebbe bello ed interessante, affiancare la dirigenza del #SanSeveroCalcio, magari contribuendo sia economicamente ma anche professionalmente, a dare una mano a poter creare una squadra importante che possa competere e crescere negli anni in categorie superiori a quella dell’Eccellenza.

Per la verità, sino all’anno scorso c’era la serie D, con importanti sforzi economici fatti dagli attuali dirigenti, ma ciò evidentemente non è bastato, anche per altre vicessitudini che non staremo qui ad elencare.

L’obiettivo che dobbiamo prefigurarci è quello di fare “rete” anche tra le altre squadre calcistiche locali, in modo da creare un #unicum forte, ognuno per le proprie competenze, che possa competere e rafforzarsi sia patrimonialmente che calcisticamentete.

Penso ad esempio ad un ruolo che potrebbe avere la stessa #amministrazione comunale di S.Severo (vista la passione ed il valore che da il nostro sindaco Miglio allo Sport locale) nel ricercare una platea di imprenditori locali, ricercando finanziamenti pubblici idonei per potenziare le infrastrutture, creando una vera e propria “cittadella dello Sport Polivalente”, con in programma anche la costruzione di un nuovo “Stadio innovativo” degno di questo nome.

Personalmente, laddove la dirigenza attuale lo voglia, sono a disposizione nel mettermi al lavoro come #Advisor, per cercare di creare una nuova tecno-struttura e quindi una nuova società, che imposti già dall’inizio un percorso di crescita triennale, redigendo un vero e proprio “business plan prospettico”, che preveda anche un coinvolgimento sia pubblico che degli stessi tifosi (azionariato popolare) e che introduca nuovi investitori (anche di fuori S.Severo) capaci di immettere molta liquidità, per creare infrastrutture, degli store, un nuovo stadio calcistico (laddove il Ricciardelli non si possa ampliare…) e tanto altro serva a poter competere e scalare in categorie superiori.

Solo con queste premesse e programmazioni di medio-lungo periodo, una squadra calcistica (che va trattata allo stesso modo di una società privata) può aspirare a fare successi e portare sviluppo alla nostra amata S.Severo !!!

Molte squadre calcistiche del Nord o del Centro Italia sono cresciute. perchè si sono #unite le forze, tra l’imprenditoria locale, l’ente pubblico e le squadre calcistiche dello stesso territorio di appartenenza.

Lo Sport è salute, passione, è unione, è crescita è infine è Sviluppo di un Territorio….”

Ing. Sergio Priore