Le reti degli ospiti tutte realizzate nella seconda frazione di gioco.

 

Recupero della quindicesima giornata del campionato di Prima Categoria pugliese girone A, al “Fidelis” di Andria c’è la sfida tra i padroni di casa della Virtus Andria e il Manfredonia Calcio 1932 secondo in classifica.

Mister Sinisi per la Virtus è in emergenza come del resto lo è stato nelle ultime gare e sono parecchie le defezioni nell’undici iniziale.

Scendono in campo dal primo minuto gli Juniores Di Palo e Vino nel reparto arretrato, rispettivamente classe ‘2000 e ’99.

Gli ospiti allenati da mister Agnelli sono una corazzata e dall’alto della loro classifica possono disporre di una rosa ampia e di qualità con il capo cannoniere Pasquale Trotta capitano e leader in campo.

La prima frazione di gioco vede un Manfredonia che ci prova nelle fasi iniziali ma la Virtus regge bene e non si fa sorprendere dalla più quotata squadra ospite.

I ragazzi di mister Sinisi per nulla intimoriti fanno la loro gara e anche se non ci sono occasioni degne di nota non soffrono quasi mai le avanzate degli ospiti.

Così si va al riposo sullo 0-0.

Nella ripresa il Manfredonia cambia marcia e cerca la vittoria e la rete del vantaggio arriva al 58’ su palla inattiva: calcio di punizione palla in mezzo per Matropasqua che di testa batte Simone.

La Virtus con orgoglio prova a reagire ma la difesa ospite è sempre attenta e così da squadra cinica qual è, il Manfredonia trova la rete del raddoppio grazie al solito Pasquale Trotta che al 77’ sfrutta un errato disimpegno dei biancoazzurri e con un diagonale batte Simone per lo 0-2.

Ventiseiesima rete in campionato per lui.

Nei minuti finali arriva anche la terza rete con l’andriese ex Barletta Francesco Grumo che decentrato mette dentro col sinistro battendo ancora una volta l’incolpevole Simone.

Una punizione esagerata per la Virtus che ha disputato una gara generosa e di certo non meritava un tale passivo.

Per Il Manfredonia è una vittoria d’oro considerato che ora i biancocelesti sono tornati a -1 dalla capolista United Sly.

La Virtus Andria resta a quota 20 punti in classifica e a +5 sulla zona playout.

Una corsa alla salvezza che vede almeno 8 formazioni impegnate ad evitare gli spareggi e dunque la zona a rischio.

Dopo il ritiro del Calcio Palo dal campionato, sarà soltanto una la squadra che retrocederà e ad oggi che siamo all’inizio del girone di ritorno, tutto è ancora in discussione.

Domenica prossima impegno proibitivo per i ragazzi di mister Sinisi che saranno di scena a Bari contro la capolista United Sly mentre il Manfredonia giocherà al “Miramare” contro lo Stornarella.

 

 

VIRTUS ANDRIA vs MANFREDONIA CALCIO 1932 0-3

 

VIRTUS ANDRIA: P. Simone, Di Palo (47’ F. Amorese), Montrone, S. Addario, A. Addario, Vino, Nesta, D. Amorese (90’ Cannone), Erminio (71’ Gadaleta), Loconte, Cipri (61’ Alicino).

A disposizione: Sanguedolce, Di Bari. All. Cosimo Sinisi

 

MANFREDONIA CALCIO 1932: Pipoli, Granatiero, G. Simone (89’ Tristano), Laboragine (80’ Stoppiello), Sementino, Rubino, Trotta (85’ Lupoli), Cicerelli (93’ Roberto), Grumo, Lauriola (64’ Pelosi), Mastropasqua.

A diposizione: Ciribe, Di Trani, Ola, Fonseca. All. Luigi Agnelli

 

ARBITRO: Piergiacomo Palermo della sezione di Bari

 

MARCATORI: 58’ Mastropasqua, 77’ Trotta, 88’ Grumo

 

NOTE: ammoniti Loconte, S. Addario (VA), G. Simone, Rubino (MAN)

 

 

Alessandro Polichetti