Sotto l’azzurro cielo di Puglia, una domenica all’insegna delle regolarità o quasi. La ventitreesima giornata, l’ottava di ritorno è trascorsa senza grossi patemi d’animo. Le squadre, che erano chiamate a vincere, lo hanno fatto anche se hanno dovuto sudare più del previsto. Il trio di testa, Sly a Noicattaro, Manfredonia ad Apricena e il Bitritto a casa del Norba Conversano, hanno incamerato i tre punti con qualche sofferenza in più non prevista, ma alla fine lo hanno fatto e possono continuare a “duellare” tra di loro in attesa del traguardo finale. La gara Noicattaro – Sly non ha deluso le aspettative. Le due squadre si sono affrontate a viso aperto cercando di superarsi a vicenda. Ha menato le danze per buona parte del primo tempo il Noicattato impegnando in più occasioni il portiere ospite.La squadra di capitan Renna. è riuscita ad andare in rete intorno allla mezz’ora con Guglielmi al termine di una triangolazione veloce e precisa, iniziata da Armenise, proseguita da Catalano e conclusa dallo stesso Guglielmi. Alla mezz’ora, la Sly (foto pagina fb) guidata magistralmente da Pierino Zotti, ha capito che su quel terreno di gico non poteva svillupare il proprio gioco e si è adeguata a quelle che erano i pericoli di palleggio, dovute ad un terreno di gioco sconnesso, alzando il ritmo, mettendo sotto pressione la difesa rossonera. Due gli episodi che hanno poi cambiato il volto della gara, il pareggio su rigore, molto conestato dai padroni di casa,  47′ del primo tempo e il sorpasso avvenuto nei primi minuti della ripresa con Dagne. complice anche la poca reattività della difesa noiana. I due pali colpiti da Zotti e Lacarra hanno fatto da preavviso alla grande parata del portiere De Santis, che si è opposto allla conclusione ravvicinata di F.Loseto e la terza rete di Sguera,  sono stati gli altri episodi che hanno caratterizzato l’ultima mezz’ora di una partita molto bella. Ha sofferto anche il Manfredonia ad Apricena. Il risultato di due a uno lo dimostra. La giovane squadra dell’Apricena ha impegnato più del previsto la vice capolista. Al gol del sipontino Terrone, i padroni di casa hanno risposto pochi muniti dopo con la rete del pareggio di Del Fuoco. Dopo il rigore sbagliato da Trotta, secondo errore consecutivo dal dischetto, la squadra di Mister Lopolito, siè assicurato il prezioso successo con la rete di Basta.Un gol per tempo : Gernone e Loseto, è bastato alla Vigor Bitritto, priva degli infortunati Rana e Visconti, per espugnare il “P.Lorusso” di Conversano. Il Norba, che ha contestato alcune decisioni arbitrali, non si è arreso così facilmente e tra le due reti del Bitritto, ha cercato di impensierire, senza riuscirvi,  la difesa avversaria. Il Real Siti con una condotta di gara lineare ha avuto la meglio, reti di Caggianelli e De Battista, sulla Rinascita Rutigliane, penalizzata quest’ultima dal rigore sbagliato da Gentile sul risultato di zero a zero. Un momento no per i granata che dura da sei turni : un pari e cinque sconfitte, le ultime due con il nuovo tecnico Castelletti, con 14 reti subite e solo 5 realizzate. Spettacolo di pubblico e di gioco nel derby tutto tantino tra Ginosa e Castellaneta, Il due a due finale porta la firma di Scarci e Loconte per il Ginosa e di Macaluso e Gjonaj per il Castellaneta. Più facile del previsto la vittoria del Grottaglie a spese del Canosa. Napolitano, Lecce e Iunco i marcatori.Tre punti importanti che alllontanano definitavamente il Grottaglie dalla zona pericolo. In quel di Spinazzola, ventitreesima sconfitta consecutiva per il Capurso. Eppure, la squadra allenata da Emanuele Fillanino non si è arresa così facilmente ai più quotati avversari. Sotto di un go : Ariani al 13′,sono riusciti a pareggiare quattro minuti dopo con Gravina per poi crollare successivamente sotto i ” colpi” di Quattromini,rigore, di Calefato e  di un’autorete di Strippoli nella ripresa. Il Don Uva Bisceglie, infine, non è riuscito, contro il Borgorosso Molfetta, a conquistare quei tre punti,che sarebbero stati ossigeno puro per la sua complicata situazione di classifica. E’ stata una partita molto combattuta. Il Don Uva ha sprecato, il Borgorosso, invece,  ha capitalizzato le occasioni che si sono presentate.

Mimmo De Gregorioxcalciowebpuglia

( Riproduzione vietata)

What do you want to do ?

New mail