Bisceglie col fiato sospeso in attesa della decisione del CONI

372

Nei modi e nei termini previsti dalla legge, il Bisceglie ha depositato ricorso avverso la decisione del Consiglio federale della Lega Pro emessa nel pomeriggio di venerdì 12 con cui il club nerazzurro stellato è stato estromesso dalla terza divisione nazionale.

Le ragioni che hanno portato ad una decisione ai più ritenuta impopolare ed iniqua sono dipese dall’inadeguatezza dell’impianto di illuminazione dello stadio “Gustavo Ventura“, con un voltaggio al di sotto dei criteri imposti della Federazione.

I componenti del Collegio di garanzia, presieduto dall’ex ministro e giurista Franco Frattini, dovrebbero discutere il ricorso a cavallo fra lunedì 22 luglio e martedì 23. Difficile ipotizzare una discussione ed una riserva nella decisione già nella giornata di venerdì 19 prossimo venturo nonostante i tempi siano molto stretti per poter, entro il giorno venticinque, riorganizzare i quadri della serie C.

Le parole pronunciate dal presidente della FIGC Gabriele Gravina che ha dichiarato la possibilità di poter inserire una sessantesima squadra nel prossimo campionato, invitando ad una certa solerzia nel deposito del ricorso, ha infuso un cauto ottimismo a società e tifosi speranzosi in un lieto fine in questo inizio estate decisamente inaspettato rispetto a quanto ventilato nei primi giorni del mese.

Bartolomeo Pasquale