Trani – Che la Trani calcistica fosse una piazza caliente con molti tifosi al seguito della squadra di calcio della propria città è cosa risaputa a tutti, ma la vicenda in questione sfiora il grottesco.

Una vicenda che lascia basiti i tanti tifosi del Trani calcio, legati purtroppo da quasi 30 anni di parentesi dal finale troppo spesso negative con picchi al ribasso, tra fallimenti societari o nelle migliori delle ipotesi, assistere a campionati anonimi in categorie più che dilettantesche diremo al ridosso dell’amatoriale, è storia di tutti i suoi tifosi.

Ma che si potesse giungere ad un paradosso, questo è davvero inaspettato. Dal paventato rischio di non aver neanche una squadra di calcio a Trani ad averne, forse e addirittura, due in contrasto.

Da un lato abbiamo la neo arrivata United Sly Trani con una dirigenza impeccabile,un’ organizzazione da professionisti, annessa una stabilità economica da fare invidia a molte altre società di calcio a livello nazionale, accompagnata da programmi certi, sicuri e concreti, parte di essi avviati, mentre dall’altra, fa eco la Vigor Trani del presidente il sig. Mauro Lanza. Società che pur essendo incappata in “intoppi” di natura economica o controversie con l’amministrazione comunale, lungo la stagione in corso e in quelle precedenti, rivendica il proprio ruolo di prima squadra della città e con essa diritti e doveri che ne conseguirebbero.

Attraverso la pubblicazione di una nota ufficiale, divulgata in mattinata sul proprio neo profilo pubblico di facebook a firma della stessa dirigenza Vigor in nome di Mauro Lanza e Gianmaria Lanza, gli stessi, solleverebbero perplessità sulla legittimità nel trasferimento del titolo United Sly a Trani e non solo.

 Gli stessi dirigenti della Vigor Trani calcio rappresentati da un proprio legale, l’avv. Luigi Toppetta , hanno presentato una richiesta scritta presso la “Procura Federale” investendo per conoscenza  il Sindaco l’avv. Amedeo Bottaro e il presidente della Utd Sly Trani  Danilo Quarto chiedendo altresì di fornire chiarimenti sulla legittimità del trasferimento e sull’utilizzo del “Comunale” di Trani come campo di gioco e con essa, ipotetica acquisizione dei diritti e doveri che spetterebbe alla prima squadra di calcio rappresentativa della città.

Di seguito riportiamo la nota in originale, del testo integrale oltre che il link così come pubblicato dal profilo social della Vigor Trani, e il contenuto della stessa.

ENZO CHICCO

*******************

Il presidente della vigor Trani sig. Mauro Lanza nel salutare e tenere a battesimo la nuova pagina della società che accompagnerà le vicende calcistiche della squadra nella nuova stagione 20-21 ; comunica di aver provveduto, come si evince anche dagli allegati , ad inviare per mezzo dei suoi legali diffide e richieste di chiarimenti indirizzate alla procura federale e al sindaco di Trani al fine di verificare il pieno rispetto delle norme vigenti sportive in atto a riguardo di fusioni e trasferimenti e quant’altro manifestato in questi giorni in città. Al primo cittadino si fa presente l’impossibilità di fare giocare tre squadre nell’impianto comunale che abbisogna di interventi urgenti , che creerà problematiche logistiche ogni settimana, e che va contro normative federali”.