Terza sconfitta consecutiva – quinta di fila al “Comunale” e sedicesima complessiva in stagione – per la Rinascita Rutiglianese che, nel ventitreesimo atto del campionato di Promozione, alza bandiera bianca al cospetto del Noicàttaro Calcio. A decidere il quarto confronto dell’annata tra le due compagini – che, col senno di poi, ha conosciuto medesimo epilogo dei tre precedenti – un guizzo di Fanigliulo al 20′ del primo tempo.

CRONACA: Rispetto alla sfortunata trasferta di Palazzo San Gervasio contro lo Spinazzola, mister Colucci ritrova Barbati in cabina di regia ma deve fare i conti con le defezioni di Fortunato, Lofano e Bux. Tra i pali, dal 1′, c’è Addante. In avanti spazio al tridente composto da Pinto, Pizzuto e Magistro. Nell’undici iniziale di marca nojana, invece, figurano gli ex Lovecchio e Colella. E’ proprio quest’ultimo, superato il decimo di gioco, ad impensierire, per ben due volte in rapida successione, l’estremo rutiglianese Addante, abile a smanacciare due velenosi calci d’angolo. Il buon inizio del Noicàttaro si tramuta in vantaggio al 20′: Salvi fa ammattire la difesa dei padroni di casa e chiama al miracolo Addante, costretto tuttavia a capitolare, di lì a poco, sul tap-in, a porta sguarnita, di Fanigliulo, uno dei quattro under – in totale gli juniores, nelle file ospiti erano undici su venti – scelti da mister Monteleone. Incassato lo svantaggio, la Rutiglianese prova – senza riuscirci effettivamente – ad imbastire una reazione. Lovecchio, però, rimarrà inoperoso per tutto il primo tempo. E’ anzi il Noicàttaro ad affacciarsi in area granata al 37′: Salvi parte dalla sinistra, si accentra e calcia sfiorando il palo alla destra di Addante. Il primo sussulto della formazione rutiglianese giunge al 45′ esatto, allorquando Magistro si avventa sulla corta respinta di Lovecchio – su conclusione di Pizzuto – ma, con la testa, non inquadra lo specchio. Nell’ultimo dei tre minuti di recupero assegnati, però, è il nojano Lepore ad avere, sui propri piedi, una chance clamorosa: sugli sviluppi di un’azione praticamente analoga a quella del vantaggio, il centravanti ospite, da pochi passi, non castiga Addante, disimpegnatosi nella circostanza sull’ennesimo tentativo di Salvi dalla distanza. Si torna negli spogliatoi sullo 0-1.

La ripresa si apre sulla stessa falsa riga dei primi quarantacinque di gioco. Al 57′ Lepore si invola nella metà campo rutiglianese e apre, sulla destra, per Fanigliulo: la botta dell’esterno dal limite dell’area, però, è centrale. Centoventi secondi dopo, Pizzuto lavora un buon pallone in area di rigore ed arma l’inzuccata di Dipierro: Lovecchio blocca. Tra fischi arbitrali – causa falli dovuti ad una dose cospicua di nervosismo sponda rutiglianese – e avvicendamenti, il tempo passa. Al 74′ Magistro ci prova da fuori ma la sua conclusione è strozzata e non reca grattacapi a Lovecchio. Colucci prova a dar nuova linfa al reparto offensivo inserendo Ferro V. e Ferro M. al posto di Pinto e Dipierro. Mosse che, tuttavia, non danno il là ad un forcing offensivo di marca locale. A quattro minuti dal novantesimo, anzi, Gernone rimedia il secondo giallo del pomeriggio lasciando i suoi in inferiorità numerica. I sei minuti di recupero assegnati dal direttore di gara sono la logica conseguenza ai ritmi spezzettati del secondo tempo. Al 93′ D’Addiego risolve un flipper in area nojana con una conclusione da fuori che, nella mischia, impatta – stando a quanto gli stessi giocatori di casa lamentavano nei confronti del sig. Cipriani di Molfetta – sul braccio di un avversario che, nella circostanza, si trovava in piena area di rigore. L’arbitro, tuttavia, ravvisa un fallo in attacco. Quello appena raccontato sarà l’ultimo squillo della partita che se, da un lato, permette al Noicàttaro di inanellare un successo fondamentale nella corsa all’aritmetica salvezza, dall’altro complica ulteriormente la classifica della Rutiglianese.

RINASCITA RUTIGLIANESE – NOICATTARO 0-1 (0-1)

RUTIGLIANESE: Addante, Gentile, Lorusso (dal 20′ s.t. Baldè), D’Addiego, Gernone, Barbati (dal 1′ s.t. Ferro G.), Dipierro (dal 37′ s.t. Ferro M.), Iurlo, Pizzuto, Pinto (dal 35′ s.t. Ferro V.), Magistro – all. Colucci

NOICATTARO: Lovecchio, Difino, Clemente (dal 27′ s.t. Palumbo), Nicastro, Notaro (dal 47′ s.t. Longhi), Renna, Fanigliulo (dal 50′ s.t. Strippoli), Leggiero, Lepore (dal 13′ s.t. Guglielmi), Salvi, Colella – all. Monteleone

ARBITRO: sig. Cipriani della sezione di Molfetta

RETI: 20′ p.t. Fanigliulo
AMMONITI: D’Addiego, Magistro, Iurlo (R) / Nicastro, Fanigliulo (NC)
ESPULSI: Gernone (R) al 41′ del s.t. per somma di gialli
ANGOLI: 0-4 /1-1
RECUPERO: +3 / +2