L’AC Nardò ha depositato nell’ultimo giorno utile il ricorso avverso la retrocessione decretata a tavolino da FIGC e LND.

L’iter giudiziario prevede tre gradi di giudizio rappresentati dal Collegio di Garanzia dello Sport, il TAR del Lazio e il Consiglio di Stato.

Si spera che la richiesta di riammissione al campionato possa essere accolta almeno da uno di questi organi giudiziari.

Novità sul piano della rappresentanza legale, l’AC Nardò non sarà rappresentata dall’avv. Eduardo Chiacchio ma dall’avv.ssa Lucia Bianco e dall’avv. Carlo Mormando dello studio Law&Sport.

La battaglia per riprendersi la Serie D entra nel vivo.