Serie B, le parole di Frattini e l’equivoco sulla sospensione del campionato

355

La quarta giornata si giocherà regolarmente, ma non sono da escludere colpi di scena se venerdì si decidesse di tornare al format con 22 club.

“ll Tar del Lazio, oltre a sospendere la sentenza, ha sospeso anche il campionato di serie B. Venerdì 21 il Collegio di Garanzia riesaminerà la questione in una composizione completamente nuova e si deciderà se la Serie B sarà a 22 o 19 squadre”. Queste le parole di Franco Frattini, presidente del Collegio di Garanzia del Coni, che hanno gettato nuove ombresulla cadetteria. E generato un pomeriggio di discreta confusione. In realtà, come appreso dalle nostre fonti, il campionato di B prosegue regolarmente con la quarta giornata, anche se non sono da escludere colpi di scena: se venerdì il Collegio deciderà per il format a 22 allora la quarta giornata di B verrebbe effettivamente sospesa in attesa che venga stilato un nuovo calendario. Sono sei i club che sperano nel ripescaggio e che non sono quindi ancora scesi in campo in Serie C in attesa della decisione finale: Novara, Catania, Siena, Ternana, Pro Vercelli e Virtus Entella.

Questo l’ intervento integrale del presidente del Collegio di Garanzia a Radio InBlu: “ll Tar del Lazio, oltre a sospendere la sentenza, ha sospeso anche il campionato ed è chiaro che se noi dovessimo aspettare la data dell’ordinanza collegiale del nove ottobre vorrebbe dire che fino ad allora la B non si giocherebbee questo mi pare impossibile. Venerdì 21 – prosegue Frattini – il Collegio di Garanzia riesaminerà la questione in una composizione completamente nuova e si deciderà se la Serie B sarà a 22 o 19 squadre Se dovesse decidersi per la prima ipotesi, lunedì prossimo si deciderà quali saranno le tre squadre, delle sei interessate, che dovranno essere ripescate”.
Nel tardo pomeriggio, poi, Frattini attraverso Twitter ha spiegato che la “sospensione” che ha generato l’equivoco, si riferiva solo alle squadre coinvolte nel ripescaggio, dunque alle sei di Serie C.

La questione riguardante il format della cadetteria e gli eventuali ripescaggi si è riaperta dopo la sentenza del Tar del Lazio che nella scorsa settimana ha accolto il ricorso presentato da Ternana e Pro Vercelli sospendendo la prima decisione del Collegio di Garanzia del Coni che aveva scelto di stare dalla parte di Fabbricini e confermare quindi il format a 19 squadre promosso anche da Balata, presidente della Lega di Serie B.