Torna il campionato dopo la pausa dovuta agli impegni della Nazionale Italiana in vista dei prossimi europei e che ha visto la selezione di Roberto Mancini staccare il biglietto per la competizione continentale con ben tre turni di anticipo.
Solito turno “spezzatino” con Lazio-Atalanta che aprirà le danze sabato alle 15:00, mentre alle 18:00 sarà il turno di Napoli-Verona e in serata la Juventus ospiterà il Bologna di Mihajlovic. Domenica all’ ora di pranzo sarà di scena l’ Inter di Conte che sarà ospite del Sassuolo. Solo tre partite in orario “normale” saranno disputate alle 15:00 di domenica ossia Cagliari-Spal, Udinese-Torino e Sampdoria-Roma dove esordirà il neo tecnico blucerchiato Claudio Ranieri proprio contro la sua ex squadra.      L’ allenatore romano ha sostituito sulla panchina doriana l’ esonerato Eusebio Di Francesco proprio come capitò lo scorso anno quando invece era alla guida della formazione capitolina. Insomma se non è destino questo, poco ci manca!
Alle 18:00 sfida salvezza tra Parma e Genoa dove l’ ennesimo passo falso del Grifone potrebbe costare la panchina ad Andreazzoli. In serata andrà di scena a San Siro il posticipo tra Milan-Lecce con i rossoneri chiamati a dare subito risposte dopo il cambio in panchina che ha visto Stefano Pioli prendere il posto di Marco Giampaolo alla guida tecnica della squadra. Di fronte troverà un Lecce che fino a questo momento ha fatto piuttosto bene andando a vincere fuori casa a Torino e Ferrara e a cui Liverani sta cercando di trasmettere la mentalità sbarazzina di potersela e doversela giocare contro tutti al di là delle differenze tecniche.
Chiude il turno di Serie A il posticipo di lunedì tra Brescia-Fiorentina con le rondinelle che dovranno sfruttare al massimo il fattore casa per conquistare punti salvezza. Dalla loro avranno un Mario Balotelli che in questi mesi dovrà convincere il CT Mancini a puntare su di lui per il prossimo europeo, impresa difficile ma non impossibile per uno come lui noto, non per caso, con l’ appellativo di SUPERMARIO. Dall’ altra parte i viola cercheranno di continuare a sorprendere e chissà che con una vittoria non si possano trovare nell’ olimpo della classifica del campionato.
Quindi non resta altro che vedere cosa succederà e godersi questo turno a piccoli respiri perchè farlo tutto d’ un fiato, come accadeva una volta, può risultare indigesto e dannoso per chi fa del calcio uno spettacolo prettamente commerciale.

Danilo Sandalo