Il Toro si sblocca

63

Una partita proibita agli esteti del calcio ha visto Nardò e Puteolana battagliare per 95′ senza tregua.Troppo importante la posta in palio. I neretini dovevano interrompere il digiuno di punti dopo tre sconfitte consecutive, la Puteolana cercava punti per rimanere in zona di galleggiamento.Match deciso da due episodi fondamentali.Al 14′ Festa veniva atterrato in area da Palazzo, è rigore. Dal dischetto Cavaliere tira ma è bravo Milli a intercettare e respingere.Passato il pericolo il Nardò cresce e riesce a portarsi in vantaggio al 35′.Massari è lesto a inserirsi nel cuore dell’area e a scagliare in rete un cross di Mengoli.


Nel secondo tempo, Puteolana vicina al pari con Chiacchio al 50′, ma Sepe chiude provvidenzialmente ad un metro dalla linea di porta.Al 65′ Festa impegna severamente Milli con un tiro dal limite dell’area ma è il Nardò pochi minuti dopo a sfiorare il raddoppio.Al 70′ Cancelli dalla destra si inserisce e apre per l’accorrente Caputo dal vertice sinistro dell’are. Tiro in corsa ma traiettoria diagonale fuori d’un soffio.Gli ultimi minuti sono una battaglia all’arma bianca. Il Nardò regge, la Puteolana si spegne progressivamente e si arrende con l’espulsione di Monteleone per un intervento falloso su Valzano.
Il nardò lascia l’ultimo posto, la Puteolana attende cambiamenti societari.Entrambe le compagini devono cambiare radicalmente se non vogliono presto ritrovarsi in una categoria inferiore.

NARDO’ – PUTEOLANA 1-0
Scorer: Massari 35′

NARDO’ (4-3-1-2): Milli; Palazzo, De Giorgi, Stranieri, Sepe; Cancelli, Scialpi, Mengoli (85′ Spagnolo); Massari (77′ Valzano); Gallo (70′ Cuomo), Caputo. 
Bench: Mirarco, Potenza, Marulli, Raia, Angelini, Lamacchia. 
Coach: Ciro Danucci.

PUTEOLANA (4-5-1): De Lucia; Pisacane, Pantano, Monteleone, Piacente; Messina (55′ Soprano), Imbimbo, Cavaliere, Sorrentino (77′ D’Errico), Festa; Chiacchio (70′ Di Caterino). 
Bench: Gilli, Pecorella, Caiazzo, Landri, Peluso. 
Coach: Luca De Martino.
Arbitro: Ignazio Crescenti di Trapani
Assistenti: Manfredi Scribani di Agrigento e Alessandro Gennuso di Caltanissetta
Ammoniti: Caputo, Mengoli (N), Cavaliere, Chiacchio, Festa, Imbimbo, De Lucia (P). Espulso: 94′ Monteleone (P).