Massimo Cerri, direttore sportivo del Monopoli, all’edizione pugliese de La Gazzetta Dello Sport ha rilasciato alcune dichiarazioni circa la stagione del club biancoverde:

“Oltre a staff tecnico e squadra, c’è una società come poche, puntuale nel pagare gli stipendi nonostante le difficoltà della Serie C. Quando tutto sarà alle spalle, Monopoli e noi tutti meritiamo di chiudere alla grande una stagione condotta da big”. E sull’emergenza sanitaria: “Mai avrei immaginato, dopo oltre 30 anni, di ritrovarmi esiliato qui a causa di questo dannato virus. Certo, se proprio doveva succedere, Monopoli per me è il posto migliore. La nota stonata è che mi manca maledettamente la famiglia. Mia moglie, da tempo, va al lavoro con la mascherina, mentre con le mie tre figlie faccio una video telefonata al giorno. Penso agli amici che non incontrerò più, tra i quali alcuni coetanei dei tempi del liceo. È incredibile, per questo dobbiamo restare tutti a casa”.