Promozione, gir. ” A ” : la ” QUARTA” di ritorno tra gol, sorpassi e polemiche arbitrali.

408

Non è stato un turno tranquillo, ma molto movimentato alla luce di quello che è successo sugli otto campi del girone ” A” di promozione dove, tra i goleador, 32 il totale delle reti messe a segno, ha fatto la sua ottima figura il giovane Nisio Barrasso (foto), classe 98, dello Spinazzola, autore di una tripletta nella gara interna vinta a spese del Ginosa. Una sconfitta che i giocatori della squadra tarantina non hanno accettato di buon grado, addossando buona parte del pesante punteggio finale al direttore di gara, responsabile, a loro dire, insieme ai suoi collaboratori, di penalizzanti decisioni nei loro confronti.Il tutto è accaduto al 74′, quando Barrasso ha segnato il quinto gol, il terzo personale.

Segnatura regolare per il direttore di gara, meno per i giocatori del Ginosa e in particolare per il portiere Tanzi, le cui proteste hanno costretto l’arbitro a spedirlo anzitempo negli spogliatoi.Stessa sorteè toccata,sempre per proteste, al portiere di riserva, Giampetruzzi, che invece di passare dalla panchina al campo,è stato costretto, suo malgrado,a raggiungere direttamente.gli spogliatoi. A difendere la porta il centrale difensivo Cammassa, che non è riuscito ad evitare altre due segnature.

Una domenica segnata dal sorpasso in testa alla classifica della Sly, vittoriosa ad Apricena per 5-1 , a spese del Manfredonia, fermato sul pari sul campo del Canosa. La compagine,allenata da Celestino Ricucci, dopo aver fermato la Sly, si è ripetuta a spese dei sipontini. Partita bella e ricca di emozioni quella giocata al “S.Sabino”. Al doppio vantaggio canosino di Palmitessa e Patruno, il Manfredonia ha risposto prima con Telera e poi, ad inizio di ripresa, con Terrone. Il pari di Canosa ha galvanizzato ancora di più la Vigor Bitritto, ora solo a sei lunghezze dal secondo posto. Vigor che è passata sul campo della Rutiglinese con una doppietta dei Gigi Rana, sempre più solitario con 23 reti nella speciale classifica dei marcatori e rete di Armenise. Il gol bandiera dei granata di Ingredda su calcio di rigore. Ha ridotto le distanza dalle prime posizioni anche il Real Siti, certamente la squadra più in forma del momento. L’avversario, il Borgorosso Molfetta, non era dei più facili, ma la squadra del tecnico, Mascia, ha risolto la” pratica” con le reti di Sparapano, Pugliese e Panelli. Il Grottaglie sconfitto in casa dal Castellaneta ha aggravato la sua già pecaria situzione di classifica. Al gol iniziale di Venneri, il Castellaneta ha prima pareggiato con Gjonaj su rigore e poi si è aggiudicato l’incontro con Albano su assist dello stesso Gjonaj. Nelle gare salvezza, un buon passo avanti lo ha fatto il Norba Conversano che ha battuto,non senza fatica, con il il gol di Devito, un indomabile Capurso mentre è finita in parità tra Don Uva Bisceglie – Noicattaro. Tutto nella ripresa. Al gol iniziale di Fata, ha risposto,dopo una ventina di minuti, il noiano, Piergiovanni. La lotta per allontanarsi dalla zona rossa si fà sempre più avvincente.

Mimmo De Gregorio per calciowebpuglia

(Riproduzione vietata)