Ai colleghi de “La Gazzetta del Mezzogiorno” ha parlato il terzino mancino del Taranto, ma di proprietà della Paganese, Salvatore Pelliccia. Col campionato fermo, naturalmente l’argomento principe è quando e se ripartirà lo stesso.

Ecco quanto riportato dalla nostra redazione: «È nostro dovere farci trovare pronti nel momento in cui si deciderà di tornare a giocare. Certo, psicologicamente non è un grande momento, ma dobbiamo comunque rimanere concentrati e curare la forma fisica, perché siamo atleti e come tali dobbiamo comportarci. Se mi doveste chiedere cosa non ha funzionato in questa annata, onestamente non saprei proprio rispondere. Il gruppo non ha mai mostrato crepe, noi ci siamo sempre allenati al massimo delle nostre potenzialità e abbiamo provato a dare il massimo. Purtroppo i risultati non sono venuti e questo ci rammarica non poco. Penso che una pausa così lunga potrà alterare gli equilibri. Dico questo pensando a quelle compagini che prima dell’interruzione attraversavano un periodo di forma straordinario, condito dalla continuità di risultati. Interrompere di botto il proprio percorso potrebbe causare contraccolpi non semplici da gestire. Questo aspetto, nel caso di ripresa del torneo, a mio avviso peserà».