Raccogliamo l’opinione del Presidente dell’UG Manduria Elio Palmisano in merito alla situazione del campionato di Promozione e quello che potrà accadere nel caso in cui la FIGC ne decretasse la fine.

“Nei giorni scorsi ho letto dichiarazioni ed ipotesi su quello che potrebbe accadere nel caso in cui la FIGC decretasse la fine del campionato, in particolare sui criteri da adottare per la promozione al campionato d’Eccellenza. La mia speranza è quella che si possa tornare in campo ma se così non fosse al momento non si può dire con certezza cosa accadrà perchè si dovrebbero considerare tanti punti di vista e tante variabili. La classifica ferma al primo marzo non dice nulla in quanto le due capoliste, Racale e Matino, non hanno giocato lo scontro diretto, l’Ostuni è terzo ad un punto dalla mia squadra ma ha disputato una partia in più, inoltre il Manduria deve ancora affrontare le due capoliste. La FIGC dovrebbe dottare criteri di valutazione validi perchè in gioco c’è la sopravvivenza di Società che portano avanti un campionato difficile che richiede notevoli sforzi sia economici che che organizzativi. In particolare per portare avanti il progetto, partito due anni fà, dell’UG Manduria ho dovuto riorganizzare la Società mettendo in campo notevoli risorse economiche che ci hanno permesso di giocarcela fino alla fine del campionato inoltre siamo riusciti a vincere il bando per la gestione del “Nino Dimitri” per quattro anni rinnovabile per un ulteriore mandato”.Angelo Cavallo