Il colpo di testa di Valerio Di Cesare ha sbloccato la semifinale di ieri al San Nicola con la Carrarese, il difensore del Bari dopo il passaggio del turno ai microfoni del club ha esternato tutta la sua gioia. 

“E’ stata una gioia immensa, una partita dominata ma dove abbiamo sofferto. Sono strafelice perché abbiamo ottenuto la finale. Adesso manca l’ultimo passo, ma ormai ci siamo. Avevamo avuto due o tre occasioni da gol dove potevamo fare il 2-0, e si sa che appena sbagli la partita si può riaprire. Vorrei però fare i complimenti a tutti quanti. Non so come andrà a finire, ma sono orgoglioso di far parte di questo gruppo. Dispiace sentire ogni tanto delle critiche, perché non ce le meritiamo. Stiamo tutti dando l’anima perché abbiamo un solo obiettivo. Abbiamo pianto in campo questo dimostra quanto ci crediamo. Il gol? Ho fatto una bella rete. Io faccio un altro mestiere, ma è servita a sbloccare la partita perché loro sono un’ottima squadra. Sensazioni? Ci manca l’ultimo passo. Sono stracontento per tutti, soprattutto per chi è entrato dopo che ha fatto la differenza. Ora riposiamo e da domani pensare alla reggiana. Il sogno sta là, dobbiamo solo andarlo a prendere”.