Per la terza volta consecutiva, dopo Atletico Aradeo e Novoli , il Veglie spreca la vittoria nei minuti di recupero.
Ma questa volta, occorre dire che le colpe sono molto relative. Infatti, una decisione affrettata e alquanto dubbia dell’arbitro sig. Cipriani ha fruttato la seconda ammonizione a Baba e i biancazzurri sono stati costretti a giocare in dieci gli ultimi venticinque minuti ( recupero compreso).
Il classico incontro (il sesto in due anni) col Manduria si apre nel primo tempo con gli ospiti (in testa alla classifica a pari merito)all’attacco e, al 3′, Conte chiama alla parata facile Margiotta ; al 5” è Riezzo a tentare la via della rete e al 6′ ci prova Nyassi. Il Veglie tenta di riorganizzarsi e al 9′ De Marco esce di piede su Mancini , ma al 15′ un tiro improvviso di Riezzo termina sul palo alla destra di Margiotta. Al 17′, il Manduria si salva in angolo su conclusione di Petruzzella e, al 24′, gli ospiti passano in vantaggio con un gran diagonale da destra di Birtolo.
Al 34′, Tundo impegna De marco dopo azione di calcio d’angolo e, al 39′, Conte tenta la via della rete ma non riesce a sorprendere l’attento Margiotta. Al 42′, Sambati manda oltre la traversa una punizione battuta da Lillo.
Nella ripresa, al 1′ , un errato disimpegno della difesa locale libera Birtolo che spedisce altissimo. Dopo questo rischio, il Manduria scompare dal campo e già al 2′ il Veglie pareggia con una spettacolare rete al volo di Cortese (alla quarta rete stagionale ) liberato da un perfetto passaggio di Baba. Al 9′,Mancini conclude sul fondo e al 19′ ancora Cortese manda alto su passaggio di Baba. Al 21′, Keita viene atterrato a trenta metri dalla porta e Cezza si incarica del tiro di punizione che batte imparabilmente il portiere ospite. La vittoria sembra in pugno, ma l’arbitro sanziona con il secondo giallo Baba che subisce un atterramento fuori area e il Veglie resta in dieci.
Il Manduria ,nonostante ciò, non riesce a impensierire il Veglie e, anzi, si salva al 31′ su punizione di Lillo. Però, la fortuna lo aiuta e al 46′ , su calcio d’angolo, realizza con Colluto la rete del 2-2 defraudando il Veglie di una vittoria uktrameritata. I biancazzurri, comunque, dimostrano di essere in ottima salute e continuano la risalita.

VEGLIE – MANDURIA 2-2
RETI:p.t.24′ BIRTOLO ;s.t. 2′ CORTESE, 21′ CEZZA, 46′ COLLUTO.

VEGLIE : MARGIOTTA ; TUNDO (s.t. 37′ ZECCA ), SAMBATI; CEZZA, PASTORE, MANCINI; KEITA, BABA, PETRUZZELLA (s.t. 17′ GIANNUZZI ), LILLO, CORTESE (s.t. 35′ MAHAMUD)
In panchina PETRELLI, GHAZI, GIGANTE, CARLUCCIO, PALMA, FANIGLIULO.
All.:TONDI

MANDURIA ; DE MARCO, SCATIGNA, COCCIOLI; ARCADIO, DANESE,NYASSI (s.t.30′ ZACCARIA ); RIEZZO (s.t. 30′ COLLUTO ), GALLONE, BIRTOLO,NAPOLITANO, CONTE
(s.t. 39′ CARDELLICCHIO).
In panchina :ANASTASIA,DORO, STANZIONE, MASSAFRA, ERARIO, MERO.
All.:COSMA

ARBITRO :CIPRIANI di Molfetta
Note: espulso al 25′ s.t. BABA per doppia ammonizione

LORENZO CATAMO