L’inizio della preparazione è fissata per il prossimo 30 luglio ma l’organizzazione della Molfetta Calcio è già ad ottimo punto. Specie per quanto concerne la composizione della rosa. Dopo gli acquisiti del portiere Petruzzelli, dei difensori Pinto e Bartoli, dei centrocampisti Partipilo e Roselli e degli attaccanti Vitale, Ventura e Senè, oggi è la volta di Cfarku e Martinelli, due classe ’99 con alle spalle già una discreta esperienza maturata in primis nei settori giovanili di F. Andria e Bari.

Per Martinelli si tratta di una riconferma dopo la passata stagione in cui è stato impiegato in quasi tutti i match in programma. Giocatore duttile, in grado di giocare indifferentemente sia come terzino sinistro che come mezzala di centrocampo, ha nell’anticipo e nella difesa del pallone le sue armi migliori. “Mi ispiro a Chiellini: è un giocatore che non fa nemmeno respirare l’avversario per quanto è aggressivo” – ci rivela lo stesso Giulio- “Al momento non riesco ad immaginare la mia carriera calcistica ma voglio dare sempre il meglio di me. Quest’anno più dello scorso anno. Il mister lo conosco da parecchio, già dai tempi del Bari, e mi riesce a trasmettere grinta e coraggio ogni giorno. Quest’anno cercherà di migliorarmi e di togliermi qualche sfizio con gli altri compagni di squadra”.

Kevin Cfarku, invece, centrocampista classe ’99 di origine albanese, era tra gli under più ambiti sul mercato a seguito dalle due ottime stagioni disputate con la Berretti della F. Andria, oltre alla parentesi poco felice vissuta a Gravina in D: “Un’esperienza partita male e proseguita peggio. Ho vissuto di sciuro momenti migliori, come ad esempio la partita delle fasi finali del campionato Berretti giocata contro la Juve Stabia in un Degli Ulivi con più di 500 tifosi a supportarci. Una grandissima emozione. Dal punto di vista tecnico-tattico sono una mezzala di centrocampo in grado di giocare sia sul centro-destra che sul centro-sinistra. Non disdegno qualche inserimento senza palla e, di sicuro, voglio ripagare il grande interesse dimostrato dalla Molfetta Calcio nei miei confronti con buone prestazioni”.
Kevin è solo l’“ultimo arrivato” in casa Molfetta proveniente da vivai importanti come Bari e F. Andria, a dimostrazione del sempre maggior appeal che i biancorossi suscitano nei confronti di società professionistiche o di categorie superiori.