Per la trentaquattresima giornata del campionato di Serie B 2018/19 sul terreno di gioco del “Pino Zaccheria”  il Foggia ospita il Livorno  in uno scontro diretto per la zona salvezza.

FOGGIA-LIVORNO: 2-2

Foggia: Leali, Loiacono, Billong, Ranieri; Gerbo, Busellato (73’ Agnelli), Greco, Cicerelli (79’ Deli), Kragl; Matarese (68′ Iemmello), Mazzeo. All. Grassadonia

A disp. Di Stasio, Noppert, Arena, Zambelli, Ngawa, Galano, Chiaretti, Boldor, Sonnini.

Cittadella: Zima, Gonnelli, Di Gennaro, Boben; Kupisz, Agazzi, Luci, Eguelfi; Rocca (46′ Murilo), Diamanti (88’ Giannetti), Raicevic (64′ Gori). All. Breda

A disp. Crosta, Baiocco, Dainelli, Gasbarro, Fazzi, Soumaoro, Salsano, Albertazzi, Canessa

Arbitro: Francesco Fourneau di Roma

RETI: 7′ aut. Di Gennaro (F), 39’Kragl (F), 69′ e 77′ Gori (L)

Ammoniti: Kragl, Gerbo e Agnelli (F); Rocca, Agazzi, Murilo, Di Gennaro e Luci (L).

Espulso: al 90+1′ Billong (Fg).

Al 4′ Mazzeo calciava al volo dai venti metri, ma la sfera terminava alta sulla traversa.

Al 7′ Foggia in vantaggio. Su un cross dalla sinistra di Cicerelli un maldestro intervento di Di Gennaro spediva la sfera alle spalle di Zima.

Al 10’ Diamanti ci provava da venti metri, ma la sua conclusione terminava sul fondo.

Al 16′ Kragl lanciava Busellato che controllava in corsa, ma non riusciva a superare Zima, abile ad opporsi con il corpo.

Al 20′ Raicevic dai diciotto metri lasciava partire un diagonale ma Leali in tuffo deviava in angolo tuffandosi sulla sua destra.

Al 30’ su una rimessa laterale battuta da Loiacono, Gerbo deviava la sfera di testa, ma Zima in uscita bloccava in due tempi.

Al 36′ Diamanti su calcio d’angolo lasciava partire un cross velenoso che, deviato da un difensore rossonero, terminava in angolo dall’altro lato sfiorando il palo alla destra di Leali.

Al 39′ il Foggia raddoppiava.  Busellato crossava dalla destra per Mazzeo che, tutto solo, si faceva respingere la conclusione da Zima. La sfera tornava verso la destra dove arrivava Gerbo che crossava dalla parte opposta per Kragl il quale, al volo, lasciava partire un sinistro che spediva la sfera alle spalle dell’incredulo Zima.

Finale prima frazione di gioco. Foggia-Livorno 2-0.

Al 47′ miracolo di Leali che respinge di piede in calcio d’angolo un tiro dalla cortissima distanza di Murilo su un cross rasoterra dalla sinistra.

Al 54′ Matarese calciava dai venti metri, Zima respingeva, sulla sfera s’avventava Gerbo che calciava al volo trovando nuovamente pronto lo stesso Zima.

Al 69′ Gol del Livorno. Calcio di punizione battuto da Diamanti dalla sinistra. Gori tutto solo in area di rigore calciava al volo a giro e spediva la sfera alle spalle dell’incolpevole Leali. 2-1.

Al 77′ pareggio del Livorno. Ancora Gori, questa volta con un colpo di testa su un cross dalla destra sugli sviluppi di un calcio di punizione, spediva la sfera alle spalle di Leali.

86′ il direttore di gara concedeva un calcio di di rigore al Foggia per un atterramento ai danni di Ranieri. S’incaricava della della trasformazione Mazzeo, che calciava alla sinistra di Zima che respingeva con l’aiuto del palo. La difesa poi riusciva a liberare il calcio d’angolo.

Sei minuti di recupero.

AL 90+1′ il direttore di gara concedeva un calcio di rigore al Livorno con cartellino rosso per Billong. Sul dischetto si presentava Giannetti, ma Leali, in tuffo riusciva a respingere e dopo un batti e ribatti nell’area piccola i difensori rossoneri liberavano.

Dopo sei minuti di recupero il direttore di gara metteva fine alle ostilità. Foggia-Livorno 2-2.