Anelli in conferenza stampa allo Zaccheria dopo Foggia-Gravina 3-3

“Partenza choc, poi l’abbiamo rimessa in piedi. Per me c’è tanta rabbia, dovevamo vincere ma ne è uscito un pari. Grande reazione si, ma potevamo vincere. Panchina? Sicuramente è stata una domenica particolare, non mi piace andare in panchina e nella mia carriera è capitato poche volte, per fortuna. Il mister ha fatto le sue scelte e io le accetto, se qualcuno si è impegnato più di me in settimana è giusto che abbia avuto le sue possibilità. Io non ho mai saltato allenamenti, ma probabilmente non mi sono allenato al meglio. Stamattina sapevo di non giocare dall’inizio ma la rabbia era la stessa e appena sono stato chiamato in causa ho reagito come avete visto. La doppietta? Era già successo due anni fa, ma porta soltanto un punto, felice per il contributo ma non del tutto. La dedico a mio figlio Carlos che è dall’altra parte dell’Italia e non riesco a vederlo. Una dedica speciale anche a tutta Foggia perchè se lo merita. Nel finale in 9 contro 11 potevamo fare di più ma c’era poco tempo e quando rincorri per tutta la partita la lucidità non è al massimo e siamo arrivati stanchi. Il quarto gol l’avevamo anche fatto ma è stato annullato, non so se giustamente o meno”.

Fabio Lattuchella