Erano da poco passate le 16.20 quando, il 23 Aprile di tre anni fa, il pareggio per 2 a 2 tra Fondi e Foggia decretava il ritorno dei Satanelli in Serie B dopo 19 lunghi anni.

Come nelle migliori sceneggiature, fu Giacomo Camplone, lo stesso arbitro che diresse Termoli-Foggia nel 2012, a scatenare, con il suo triplice fischio finale, i festeggiamenti dei Foggiani assiepati nel piccolo stadio di Fondi, dei tifosi riversi nelle strade di Foggia davanti o sparsi nel mondo ed incollati davanti ad uno  schermo.  

I festeggiamenti continuarono in serata nel capoluogo dauno ed in Piazza Cavour, dove migliaia di Foggiani, in un tripudio di colori e di gioia, salutarono il ritorno di quel gruppo che, dopo tanti anni di amarezze e delusioni, aveva centrato l’obiettivo.

Giovanni Stroppa, fu il condottiero di un gruppo che, seppur scottato dalla sconfitta col Pisa dell’anno precedente, arrivò a stravincere il campionato collezionando 85 punti, regalando ai tifosi delle emozioni da pelle d’oca e dei ricordi che né il tempo, né le successive vicissitudini del Foggia non potranno mai scalfire.