Il centrocampista del Foggia, Matteo Gerbaudo, ha commentato la chiusura del campionato di Serie D ai microfoni di RadioBianconera.

Per Gerbaudo, che si aspettava la fine del campionato, la chiusura o meno della Serie D andava decisa un mese fa: “ero a casa, mi è arrivato un messaggio dal mio agente che mi ha detto che la Serie D è ufficialmente chiusa e che proveranno a far ripartire i professionisti. Io me l’aspettavo, ciò che mi dispiace sono le tempistiche e i modi. Bisognava dare modo a noi di iniziare a preparare la stagione successiva, cioè riprendere gli allenamenti e organizzarci in modo che per l’anno prossimo possiamo essere di nuovo in forma. Dire subito un mese fa che la Serie D sarebbe stata chiusa ci avrebbe aiutati a preparare la stagione successiva per la squadra e per i giocatori stessi. Anche gli agenti così possono iniziare a organizzare la stagione dei loro assistiti.

Sul Foggia: “per ora il Foggia sta aspettando ufficialmente il momento in cui diranno eventuali ripescaggi, promozioni e retrocessioni. Poi da lunedì prenderanno una linea e andranno su quella strada”.

Nel futuro di Gerbaudo nulla di certo: “la stagione successiva parte il 1 settembre, c’è ancora un po’ di confusione. Sono sempre in contratto con il mio procuratore che mi aiuterà a capire legalmente e fiscalmente come muovermi. Con lui c’è un bel rapporto”.