Luigi De Laurentis, presidente del Bari, intervenuto a TeleBari, come riportato dai canali ufficiali del club, ha dichiarato: “Il Consiglio Federale si è espresso positivamente su una possibile ripartenza; ora bisogna stabilire in che modo, sempre guardando a quella che sarà la situazione sanitaria. Il calcio è un’industria che muove tanti interessi; cercare di far ripartire un settore così importante è fondamentale, ma per capire i tempi certi ci vorrebbe una sfera di cristallo.

In questo periodo difficile il gruppo squadra ha dimostrato una maturità straordinaria; tutti sono rimasti a Bari continuando ad allenarsi a casa. Una ripresa del campionato in C penso abbia percentuali basse di attuazione, anche solo per i protocolli che dovrebbero essere attuati.
Ragioniamo su un campionato che non sembra avere le economie per ripartire; si va verso una selezione naturale. La Lega Pro ha preso una posizione, rispettabile, ma che non condividiamo. Il Presidente Gravina e il Consiglio Federale si sono espressi in maniera chiara. Per le riforme ci sarà tempo; vedo un professionismo più simile ad altre realtà europee, più a 60 che a 100 squadre. Il sostegno dei tifosi, la loro vicinanza ci aiuta, ci è da stimolo. Stiamo già impostando a grandi linee il futuro, a prescindere da quello che sarà. Con Vivarini? Certo, è una persona umana oltre che un ottimo professionista; la nostra è una squadra di impostazione manageriale, che vanta professionalità spiccate in tutte le aree, come anche nel valore dei diversi progetti che portiamo avanti, tra cui Bari Generation, o che lanceremo nel prossimo futuro, penso ad un progetto ‘Legends’ del Bari. Sono positivo di natura, cerchiamo di trasformare le difficoltà in energia positiva”.