“Quello di quest’anno sarà un nuovo Taranto che cercherà di conquistare sul campo il miglior risultato possibile, in un girone complesso che stiamo cercando di scalare ormai da due anni e con tanti punti interrogativi dovuti alla pandemia. Ci saranno tante compagini pugliesi e campane che si stanno attrezzando ad alti livelli e noi cercheremo di dire la nostra”. Sono queste le prime dichiarazioni rilasciate dal presidente del Taranto Fc Massimo Giove in esclusiva per Canale 85.

“La tifoseria? Io voglio bene ai tifosi” – ha aggiunto il presidente – “sono uno di loro e più volte ho chiesto scusa per non essere riuscito a vincere questo campionato. Ma ce l’ho messa tutta, l’anno scorso facendo anche una super corazzata. Dal punto di vista dell’impegno nessuno mi può dire nulla, ho tentato di vincere e di fare l’impossibile ma non ci sono riuscito. Quest’anno abbiamo fatto una mezza rivoluzione sia tecnica che di direzione sportiva, ripartiremo e ce la metteremo tutta per ottenere quello che non siamo riusciti ad ottenere negli anni passati”.

“Le porte chiuse un vantaggio per il Taranto? No, per noi i nostri tifosi sono il dodicesimo uomo” – conclude il presidente – “la nostra Curva è una delle migliori e ha pochi eguali a livello nazionale. I nostri tifosi sono molto passionali ed è normale che ci sia delusione in mancanza di risultati. Mi auguro di poterli riconquistare con i risultati e mi impegnerò più di prima per riportarli allo stadio”.