“Sono servite settimane di ragionamenti, l’abbiamo fatto prendendoci il tempo di comprendere davvero”. Luigi De Laurentiis, presidente del Bari, spiega così il tempo che è stato necessario per arrivare alla scelta di cambiare ds e allenatore. “Dopo la dura sconfitta – riporta Radio Selene dalla conferenza stampa del numero 1 biancorosso – non è stato facile ritrovare serenità e metabolizzare ciò che era successo. Abbiamo ricevuto la vicinanza dei tifosi che ha riacceso in noi la voglia di lavorare con ancora più determinazione su questo progetto. Attraverso vari ragionamenti siamo arrivati alle scelte che riteniamo più giuste. Abbiamo ragionato a lungo ed ecco il motivo del nostro silenzio. In maniera molto mirata stavamo prendendo delle scelte”.

Allenatore e dg dopo Romairone?

“Al momento stiamo annunciando il nuovo ds e stiamo lavorando per potervi presentare altri protagonisti, che vadano dai calciatori ad altre figure. Ad ora non possiamo dare altri annunci ufficiali. Un direttore generale? Non arriverà, a Bari ci sono io in prima persona e lavoriamo insieme come gruppo di lavoro. Ad ora riteniamo di avere le persone necessarie per portare avanti questo progetto”.

Quale sarà il budget? 

“Ci saranno difficoltà dal punto di vista dei ricavi ma il progetto resta ambizioso e proprio per questo oggi stiamo presentando Giancarlo Romairone. Il programma resta invariato e l’ambizione è molto alta. Saremo concentrati e gli investimenti restano identici”