La squadra di Gregucci vince a tempo scaduto. Decide Vitale dalla distanza

Brutta partita. Il Foggia perde 1-0 a Salerno dopo una partita che avrebbe addirittura potuto vincere. La squadra padrona di casa è sembrata tutt’altro che irresistibile e i rossoneri, nonostante una gara non bella, avrebbero potuto indirizzarla dalla propria parte in qualsiasi momento. Poi, ad un quarto d’ora dalla fine, l’espulsione di Gerbo che ha condizionato il resto del match e la rete allo scadere con un tiro dalla distanza di Vitale.

LA CRONACA DEL MATCH

Solo 5 minuti per il primo sussulto rossonero. Iemmello riceve da Gerbo e calcia di poco alto.

Al 27esimo la prima vera occasione. Sugli sviluppi di un corner, Kragl recupera una palla e calcia da fuori area, impegnando a terra Micai.

Al 39esimo liscio di Boldor in area e Bizzarri salva il risultato su Bocalon

Nel finale ancora due tiri di Kragl, entrambi fiori misura.

Nella ripresa ci vogliono 7 minuti per vedere la prima vera azione da gol. Busellato recupera una grande palla sulla trequarti avversaria e serve Iemmello a centro area, ma il tiro del centravanti rossonero è scalciato via da Micai.

Espulsione per Gerbo, che lascia il Foggia in dieci uomini a più di 15 minuti dal termine. Migliorini all’80esimo ci prova di testa, ma la palla termina fuori.

Nei minuti di recupero è Vitale a segnare la rete decisiva con un tiro dalla distanza. Proprio allo scadere cambia il risultato è la Salernitana porta a casa la vittoria per 1-0.

Fabio Lattuchella