Otto gol. Quattro su calcio di rigore, 2 su punizione altri 2 su palla in movimento. Un 4-4 tra Spinazzola e l’attacco carro armato della Vigor Bitritto che in questioni di reti non fa ‘ViSconti’ a nessuno. La tripletta del numero 9 ospite, fa i conti con la doppietta di Quattromini che dagli 11 metri non sbaglia mai ed i gol di Gilfone che porta in vantaggio i bianco blu con un destro da calcio di punizione imprendibile nel set, facendo dimenticare subito le prodezze dell’ormai ex Pensa. Il pareggio di Visconti per una indecisione difensiva rimetteva subito le cose a posto, con Quattromini che a fine primo tempo si guadagnava e siglava il calcio di rigore che valeva il nuovo vantaggio. Partita per lo più combattuta con poco gioco costruito sotto gli occhi di un pubblico abbastanza numeroso e compartecipe soprattutto quando dopo il gol del capitano prima di andare al riposo, il clima in campo si riscaldava per eccesso di protesta da parte di alcuni componenti della panchina della Vigor. Si tornava negli spogliatoi focosi. Ma al ritorno sul rettangolo di gioco per i secondi 45 minuti ritorna il clima natalizio tra i giocatori in campo.

Il Bitritto cerca di partire forte per poterla ribaltare visto che per gli uomini di mister Carella in tribuna per squalifica è obbligatorio vincere per mantenere le distanze adeguate dalla coppia di testa. ma nenmmeno 200 secondi che il fallo di Triozzi su Ariani messo a tu per tu con Vitucci da Gilfone obbliga l’arbitro Lacerenza a fischiare il secondo penalty di giornata. E’ lo stesso Vincenzo che chiede a Gilfo ed il capitano di sbatterlo lui per tornare al gol che manca da troppo tempo. Ma il suo sinistro trova l’attenta risposta del numero 1 ospite con Ariani che però ci crede ancora e scaraventa sotto la traversa la respinta dello stesso. Il 3-1 apre le porte ad una immaginabile vittoria dei nostri. Ma l’illusione dura il tempo di un caffè, visto che 120 secondi dopo un missile di Visconti da calcio di punizione si infilava nell’angolo basso su cui il guantone di Lagreca non faceva in tempo ad arrivarci. Per il 3-3 non bisognava attendere tanto. Calcio di rigore anche per gli ospiti che realizzava il bomber del girone Rana. A quel punto 30 minuti interminabili, per una gara che offriva comunque poche occasioni sotto porta da una parte e dall’altra. Tanta lotta in campo e possibili ripartenze dei bianco blu. Mister Schiavone prova a coprirsi un po’ di più. Il punto è cosa buona per noi, ma non per il Bitritto che forse ci crede quel po’ di più tanto da portarsi in vantaggio ancora con Visconti che sigilla la sua tripletta. ma non c’è il tempo di godere per i bianco verdi che il quarto penalty di giornata è pronto per fallo di Rana su Barrasso, con capitan Quattromini che torna a fare il ‘matador’ dagli 11 metri, infilando nuovamente Vitucci sulla destra e fissando il definitivo 4-4, che chiude col botto il 2019, regalando carica a sufficienza per cominciare fiduciosi il 2020.
Quel 20-20 che ci vede ripartire con 20 in classifica. peccato. Nella foto sono 21.