Promozione, gir. ” A” : Colpi pirotecnici in campo e di mercato per la “Prima” di ritorno.

657

I primi ” bagliori” sonno appparsi,intorno alle 12.50, sul cielo di Molfetta quando al 95′ di una partita combattuta e tirata, il sempre giovane Corrado Uva ( foto ), bomber di razza, ha messo alle spalle del sipontino Morgillo, su calcio di rigore, il pallone che ha permesso al Borgorosso di conquistare un pari imprevedibile alla vigilia, ma di un valore assoluto, rallentando nello stesso tempo la marcia del Mandredonia, in gol  sempre su rigore con Trotta, permettendo alla Sly di ridurre lo svantaggio ad un solo punto. Nel pomeriggio, a Spinazzola, invece, i colpi pirotecnici sono stati di una intensità unica, dove il risultato finale di quattro a quattro n’è stata la chiara dimostrazione. In un susseguirsi di emozioni e di colpi di scena, la gara ha offerto il meglio di  quella che è la vera essenza del gioco del calcio. Spinazzola e Vigor Bitritto si sono inseguite, sorpassate, riprese con un finale di alta intensità motiva, il tutto corroborato da ben quattro calci di rigore. Ha aperto la girandola dei gol, Gilfone al sesto minuto, le ha chiuse sempre per lo Spinazzola, Quattrromini, nel mezzo la tripletta di Visconti ( Bitritto),  i gol di Ariani( Spinazzola) e Rana (Bitritto). Un titolo di merito ,in questa circostanza, va certamente dato al direttore di gara, il Sig. Luigi Lacerenza della Sezione di Barletta e ai suoi due assistenti : Sigg.ri Danilo D’Ambrosio di Molfetta e Filippo Panebarca di Foggia.  Per questa prima partita di ritorno è valsa la regola del quattro, a cominciare dal poker rifilato dalla Sly alla Rutiglienese con la doppietta di Manzari e i gol di Sguera e Nadarevic. Stesso risultato, facilmente pronosticabile, per il Real Siti sul Capurso con doppietta di Caggianeli,ritornato alla forma migliore e gol di Grieco e Ciccone. Quatrtro anche i gol, doppietta di Di Matera, Gjnoaj e Albano con cui il Castellaneta ha battuto il Canosa. Di Iacobone la rete della bandiera per i canosini. Il poker rifilato dal Ginosa all’Apricena porta la firma di Loconte, Scarci, Pignatale e Romeo. In pieno recupero, invece, il Don Uva Bisceglie, con una rete dell’inossidabile Pasculli, ha avuto ragione di un mai domo Norba Conversano. Partita ” elettrica” e piena di emozioni anche a Noicattaro , dove la squadra del neo-tecnicco Buccolieri è riuscita con grande forza di volontà e determinazione  a recuperare con i difensori, Risola e Clemente, la doppietta del tarantino Morelli. Una prova di carattere e un pareggio che potrebbe dire molto sul futuro del campionato per la squadra del Presidente, Agostino Divella. I 31 gol realizzati in questa prima di ritorno, vanno ad aggiungersi ai  378 messi a segno nelle precendenti quindici partite del girone d’andata. La speciale classifica dei cannonieri vede in testa, prima della sosta natalizia, Pasquale Trotta del Manfredonia e Luigi Rana della Vigor Bitritto, entrambi con 19 reti, seguiti a poca distanza (17) da Armando Visconti sempre della Vigor Bitritto. Il colpo pirotecnico più forte, atteso  per le ore 19, alla chiusura della finestra invernale del calcio mercato dilettantisco, non è ” esploso “. Se fosse avvenuto, sarebbe stato veramente da prima pagina : il passaggio di Rana e Logrieco dalla Vigor Bitritto al Manfredonia, ma così non è stato per buona pace di tutti. Sul filo di lana perè il Manfredonia si è assicurato le prestazione di un altro bomber di razza, Leonardo ” Nando” Terrone, classe 1984, proveniente dall’Audce Barletta.

Mimmo De Gregorio x calciowebpuglia

( Riproduzione vietata )