L’Incedit espugna anche Troia, doppietta di Ciccone

242

Altri tre punti e la corsa continua. Nella splendida cornice del nuovo stadio “Michele Dachille”, il Foggia Incedit fa sua la gara con il G.S. Troia e procede a vele spiegate nel girone A della Prima Categoria. La Salandra rinuncia a Granatiero, che accusa qualche piccolo dolore in allenamento e lo sostituisce con un Melino non al top: il risultato è una formazione votata all’attacco che la dice lunga sulla volontà dell’allenatore foggiano, che gioca sempre per i tre punti ad ogni costo. Sul fronte troiano, mister Di Franco orfano della difesa titolare, schiera una formazione che non vuol regalare nulla alla capolista. Ma la differenza c’è e si vede. Dopo circa venti minuti di studio, primo tentativo per l’Incedit con Michele Ciccone, che mangia un gol già fatto. L’attaccante 39enne è in splendida forma e lotta su ogni pallone. Al 24’ ci prova D’Emilio dalla distanza, ma nulla di fatto. Al 33’ proprio Ciccone sblocca il risultato, capitalizzando dalla destra un delizioso assist di Salvatore Bruno (anche lui in splendida forma).
Troia in dieci uomini per l’espulsione di Tricarico, autore di un brutto fallo su Magaldi.
Si passa alla ripresa e al 5’ ci prova ancora Ciccone, che però non riesce a finalizzare un’altra azione facile da insaccare
Al 10’ splendido dialogo tra Bruno e Magaldi: l’attaccante di Carapelle (anche lui non in forma fisica perfetta) si fa respingere un tiro facile dall’esperto Stango, che nulla può su rimpallo, visto che Ciccone di mestiere raddoppia e sigla la sua doppietta personale.
Tre minuti più tardi ci prova Caggiano in rovesciata: nulla di fatto.
Al 22, su rovesciamento di fronte, Salandra effettua un tiro teso, ma trova preparato Pelitti.
Al 28′ Magaldi, imbeccato da Bruno, sbaglia ancora un gol e conferma la giornata non proprio positiva. Il “Cobra” deve ancora rimettersi da un infortunio, ma la sua presenza, a parte qualche errore in fase offensiva, si fa sempre sentire.
Al 39’ la caparbietà del Troia, che prova in ogni modo a rovesciare il risultato, si fa sentire: su calcio di rigore, Recchia batte Pelitti e accorcia le distanze. Il Troia prova anche a pareggiare, ma oramai non c’è più tempo. Incedit trionfa e guarda avanti. Ciccone scala la classifica dei marcatori con 12 reti, ad una sola lunghezza dal capocannoniere Magaldi. Sarà una lotta al vertice targata Incedit.

GS TROIA – INCEDIT CALCIO FOGGIA 1-2

GS TROIA: Stango, Di Gennaro, Savino, La Grasta, Tricarico, Salandra (Ciccarelli), Piscopo, Stango M, Ceglia, Recchia, Danese
All. Cesare Di Franco
A disposizione: Moffa, Armillotta, Berardi, Morena

INCEDIT CALCIO FOGGIA: Pelitti, Melino (Carella), Montemorra, Ciccarelli, D’Emilio, Pipoli, Caggiano, Ferrantino, Ciccone, Bruno, Magaldi
All. Enrico La Salandra
A disposizione: Del Prete, Granatiero, Morelli, Santoro, Schiavone, Persichella, Mucciarone

Arbitro: Francesco Sarcina da Barletta
Marcatori: Ciccone (FI) al 33’ p.t. e al 10’ s.t., Recchia (TR) rig. al 39’ s.t.
Ammoniti: Caggiano, Bruno, Ciccone, D’Emilio (FI), Savino, Ceglia, Recchia, Morena (TR)
Espulso: Tricarico (TR)