Dopo sei vittorie consecutive, arriva lo stop in casa del Gravina che allontana i gialloblù dalla vetta.

Mister Bitetto sceglie il 4-4-2 con Ingrosso che ritorna titolare dopo il Viareggio Cup. Per il resto, formazione identica a quella di domenica scorsa con Vitofrancesco e Loiodice larghi e Lattanzio-Foggia coppia d’attacco. Il tecnico di casa Loseto opta per il 3-5-2: Mbida è il farò di centrocampo supportato dai muscoli di Madi. Davanti ci sono Scaringella e Santoro.

La partita comincia subito forte. Al sesto è Vitofrancesco a provarci con un tiro cross velenoso: palla alta sopra la traversa. Il Gravina risponde allo stesso volume: punizione di Mbida e colpo di testa alto di Romeo. Al minuto 15 è Santoro a provarci con un gran tiro. Palla alta. L’Audace con il passare dei minuti lievita sensibilmente e cerca di sfruttare le corsie per arrivare dalle parti di Vicino. Al 34esimo cross di Foggia, Longo con un colpo di testa quasi involontario libera Loiodice per il tiro: palla alta. Al minuto 36 è ancora Audace con un bello scambio tra Tedone e Vitofrancesco: tiro del terzino sul primo palo. Blocca Vicino. L’ultima emozione della prima frazione è di marca Gravina. Scambio tra i due attaccanti Scaringella e Santoro e tiro di quest’ultimo da posizione centrale. Palla larga ma non di molto. 0-0 all’intervallo.

Nella ripresa il copione tattico non cambia. L’Audace fa la partita ma il Gravina è ben messo in campo. Dopo solo un minuto, Tarantino crossa bene dalla sinistra per la testa di Scaringella. Palla di poco alta. Al 61esimo il Cerignola risponde con lo stacco da posizione ravvicinata di Longo. Palla a centimetri dal palo difeso da Vicino. Quattro minuti più tardi è il turno di Carannante che ci prova dalla distanza: palla centrale e facilmente controllata dal portiere di casa. Nel momento di maggiore pressione ofantina, spinta anche dall’incessante incitamento dei tanti tifosi cerignolani arrivati al Vicino, arriva il vantaggio del Gravina. Minuto 78’, Mbida recupera palla a centrocampo e scappa via verso la porta di Abagnale. Il capitano di casa supera tre avversari e appena entrato in area scarica un super tiro sul primo palo, imprendibile per il numero uno gialloblù. 1-0 Gravina. La squadra di Bitetto sembra accusare il colpo e riesce a reagire solo al minuto 84. Cross dalla sinistra di Nadarevic e stacco, quasi a botta sicura, di Lattanzio. C’è il guantone, a mano aperta, di Vicino che compie letteralmente un miracolo. Palla che tocca anche il palo prima di essere spazzata via da Romeo con qualche timida protesta dei giocatori ofantini, convinti che il pallone avesse superato la linea di porta. Negli ultimi minuti, Foggia e compagni provano gli ultimi assalti senza successo. Finisce 1-0 per il Gravina.

Quinta sconfitta stagionale per il Cerignola (tutte in trasferta) e capolista Picerno ora distante 7 lunghezze.

IL TABELLINO

Gravina – AUDACE CERIGNOLA 1-0

MARCATORI: 78’ Mbida

Gravina (3-5-2): Vicino, Rizzo, Tarantino (79’ De Giglio), Romeo, Mbida, Nigro (73’ Carrieri), Dentamaro, Correnti (93’ Bellomonte), Santoro (83’ Chiaradia), Mady, Scaringella (88’ Visone). A disposizione: Signorile, Foró, Nitti, Bellomonte, Guida. All: Loseto

AUDACE CERIGNOLA (4–4-2): Abagnale, Tedone, Ingrosso, Vitofrancesco (62’ Marotta), Abruzzese, Allegrini, Longo, Amabile (57’ Carannante), Foggia, Loiodice (71’ Nadarevic), Lattanzio. A disposizione: Cappa, Russo, Di Cecco, De Cristoforo, Esposito, Faggioli. All: Bitetto

NOTE:

Ammoniti: Rizzo (G)

RECUPERO: primo tempo: 0’ minuti; secondo tempo: 5’ minuti.

Angoli: 3-8