L’attaccante del Monopoli, Francesco Salvemini, traccia un bilancio della propria stagione ai microfoni dell’ufficio stampa del club pugliese:

“La partita contro la Reggina è stata la più importante del campionato, purtroppo per me è stata anche l’unica gioia della stagione. Segnare in casa della capolista è motivo di orgoglio”. L’ex Akragas scalpita per riprendere: “La situazione è brutta, soprattutto per chi lavora. Io mi alleno a casa con qualsiasi cosa, anche con le casse d’acqua o correndo in terrazzo. Il calcio mi manca troppo, c’è prima di tutto la passione, poi l’aspetto economico”.