Con il Lecce in A anche la nostra testata, una di quelle che abbraccia la regione Puglia in tutte le sue categorie, approda nella massima serie

Anni di lavoro, tante grandi soddisfazioni. CalcioWebPuglia arriva in Serie A insieme (e grazie) al Lecce, dopo tanti anni di “gavetta” nelle altre categorie. Ma non cambia nulla, continueremo a seguire sempre tutti i campionati, fino alle varie Terza Categoria sparse in Puglia. Solo che, per chi è partito dal basso, come noi, la soddisfazione è multipla.

La cavalcata dei salentini nella scorsa stagione, in B, raccontata magistralmente dal nostro Danilo Sandalo, ha prodotto effetti inimmaginabili fino a pochi mesi fa. Ci faremo trovare pronti, questo è sicuro e lo faremo continuando a raccontare le gesta di tutti, tenendo il mirino puntato sulla squadra salentina, ora punta di diamante della regione.

Lo faremo aggiungendo allo stesso Danilo Sandalo, che ci racconterà il Lecce giorno per giorno, la firma del già “nostro” Mimmo De Gregorio, un lusso incredibile per noi. Ce lo teniamo stretto, ed è un vanto per CalcioWebPuglia, perchè è uno di quei giornalisti che ha scritto pagine importanti del calcio pugliese, seguendo proprio il Lecce negli anni ’80 e ’90. E poi ci sarò io, il direttore della testata. Non potrò esimermi dal raccontare quello che succederà nei campi del massimo campionato nazionale e tutto ciò che c’è alle spalle di una competizione così importante. Ve la racconteremo a 360 gradi, senza tralasciare nulla.

Siamo pronti. Già negli scorsi anni, il passaggio dal dilettantismo al professionismo ci aveva “abbracciato” e avevamo azzardato il passo senza grossi timori, cambiando anche il nome alla nostra testata (una volta CalcioWebDilettanti). Successe con il Foggia prima in C e poi in B e con il primo collaboratore a seguire il Bari, allora in B. Ora CalcioWebPuglia è stabilmente inserita nel panorama dell’informazione calcistica regionale e si gode il momento.

Finito il tempo dei festeggiamenti e degli ombrelloni, si torna a raccontare il calcio. Con un tassello in più.

Fabio Lattuchella