Serie A, ecco i numeri di maglia squadra per squadra

342

Tra i nuovi Balotelli prende la “sua” 45, nel Lecce Lapadula prende il 9, Farias il 17. Mistero Icardi, che intanto si prende la 7 dell’Inter

Ecco i numeri di maglia della Serie A, ora ufficiali, salvo ultime operazioni di mercato. Ma eventuali cambi, si potranno avere soltanto in caso di addi. Potrebbe essere il caso dell’Inter, che affida la 7 al divorziato in casa, Mauro Icardi. Ancora apertissima la trattativa con Alexis Sanchez, storicamente affezionato a quel numero, i nerazzurri ora dovranno cedere l’argentino per affidare la 7 al cileno, sempre in caso di acquisto dello stesso dal Manchester United.

Tanti i nuovi voli e le curiosità. Nel Milan, ad esempio, ecco la 98 per la terza generazione di Maldini in campo. Daniel, figlio di Paolo e nipote del compianto Cesare, ex colonne del sodalizio rossonero. Nel Brescia ecco la 45 di Balotelli, mentre Franck Ribery “convince” Pulgar a lasciargli la 7. La 10 viola a Boateng. Il danese Schone, passato al Genoa dall’Ajax, avrà la 20, mentre nella Juventus il ritorno di Buffon non gli porterà la classica 1, ferma sulle spalle del titolarissimo Szczesny, ma per il portierone azzurro ecco un ritorno al passato con quella 77 che lo riporta ai tempi dell’esordio a Parma. Sempre nella Juve, Higuain, ancora incerto di restare in bianconero, sceglie la 21 lasciando un buco alla casella “9”. A proposito di buchi, con la moda ormai diffusa dei numeri alti, sono molte le squadre a non avere una maglia numero “1”; Atalanta, Genoa, Milan, Lecce, Sassuolo e Torino. Scommessa doriana con Bonazzoli che si prende la “9”.

In casa Lecce, ecco la 10 sulle spalle di Falco, mentre il nuovo arrivato Lapadula avrà la 9. A Farias il 17, mentre Rispoli avrà il 29. Nei salentini, anche loro senza un “vero” numero 1, lotta tra Gabriel (21) e Vigorito (22) per la difesa della porta.

Fabio Lattuchella