Con la squadra in ritiro, oggi la nostra redazione ha intercettato il ds del Taranto Francesco Montervino, per fare il punto su giocatori e calciomercato.

Il ritiro è cominciato, come sta lavorando la squadra agli ordini di mister Laterza?
La squadra sta lavorando molto bene, in gran serenità, con entusiasmo e voglia di fare. I giocatori vogliono dimostrare di essere capaci di arrivare a qualcosa di importante, c’è tanta soddisfazione nel gruppo per questi primi giorni.

Quanto si riuscirà a sedimentare questo ritiro nella squadra alla luce di un calciomercato che ancora dev’essere completato?
Siamo abituati a lavorare con le risorse di cui disponiamo al momento. Il mercato prosegue, anche se a rilento, ma anche le altre squadre stanno incontrando le stesse difficoltà, tanti non sono ancora andati in ritiro. Ci riteniamo fortunati per essere riusciti a partire, cerchiamo di prepararci bene per la stagione che ci attende.

Sempre restando sul mercato, quanto è difficile intavolare delle trattative in questo periodo post Covid?
Il mercato è difficile perché questo virus ha sconvolto un po’ alcune questioni. Al momento sul tavolo delle varie leghe la discussione verte sulle rose ristrette in Lega Pro: ci sono dei giocatori professionisti che magari vorrebbero anche scendere in D ma ancora non sanno se rientrano nel progetto dei loro club oppure no. Molte squadre, come noi, stanno vivendo una fase complicata nelle dinamiche di calciomercato.

Prossime mosse, che colpi dobbiamo aspettarci?
Sicuramente il reparto che va integrato e completato è quello offensivo. Sono dell’idea che manchino ancora un paio di pedine, cercheremo di sfruttare le occasioni che il mercato ci concederà.

Parliamo degli Under, a che punto è il Taranto?
Abbiamo una buona base, e già in ritiro ci sono diversi giovani che sicuramente vogliamo valorizzare. Anche qui stiamo cercando degli innesti, ci manca ancora un portiere 2001 e un terzino destro 2002.