Dopo cinque risultati utili consecutivi si ferma la corsa del Bisceglie in un match ostico come quello del Viviani di Potenza. I rossoblu allenati da Pino Raffaele certificano il consolidamento della categoria issandosi al quinto posto in classifica e dimostrando altresì di essere pronti per i playoff.

Rivoluzione ne 3-5-2 stellato di mister Rodolfo Vanoli con Vassallo tra i pali a sostituire Cerofolini, impegnato nell’under 20 azzurra, e con il duo offensivo Scalzone-Jovanovic.

La prima frazione è tutta a senso unico per il Potenza mentre gli ospiti hanno giocato con il solito obiettivo di non prenderle in primo luogo per poi cercare il colpo del ko: già al secondo punizione precisa di Emerson dalla trequarti che lancia Di Somma tutto solo davanti al portiere, sfiorando il cuoio di testa.

Al diciannovesimo ancora i padroni di casa con l’incornata di Franca da distanza ravvicinata, provvidenziale Vassallo a respingere. Il Bisceglie ha risposto tre minuti dopo con un tiro-cross di Andrea Risolo ma la palla è andata a finire a lato con distanza abbondante.

Al ventottesimo il gol che ha chiuso i giochi con il tap-in di Manuel Ricci, su respinta corta del portiere all’inzuccata di Franca, lesto a restare in posizione da pochissimi passi.

Il monologo del Potenza proseguito anche sul finire della prima frazione con la traversa centrata sempre di testa da Giosa sugli sviluppi di un corner. La reazione dei ragazzi di mister Vanoli è tutta in un’azione di rapina griffata Scalzone che ha fatto il solletico a Ioime.

Nella ripresa il Potenza ha provato a mettere in cassaforte il risultato ma ben si è eretta la retroguardia nerazzurra in tal senso provando ad arginare le capacità di ripartenza degli avversari evitando il ruolo di sparring partner della giornata: le occasioni nitide da segnalare sono di marca ospite e giunte ai minuti 66 e 82. Nella prima azione il preciso traversone di Triarico ha trovato la testa di Longo causando purtroppo una sfortunatissima conclusione sul palo; nella seconda ghiotta chance Ioime ha salvato il risultato sul sinistro angolato di Maxime Giron. Nonostante la girandola di sostituzioni il Bisceglie non ha inciso molto in chiave gol, enorme difetto che si protrae dai primi turni di campionato, mentre il Potenza si è affidato all’istinto gestendo la partita in modo del tutto accademico.

Il prossimo turno per i ragazzi di Carrara Salsello è previsto per domenica 31 marzo, allorquando andrà in scena l’importante match con la capolista Juve Stabia. Una gara che, si spera, possa non rispettare i pronostici in base all’attuale condizione di classifica per entrambe le compagini.

POTENZA-BISCEGLIE 1-0

Potenza: 22 Ioime, 3 Panico, 5 Dettori (dal 53° 23 Coppola), 7 Coccia, 9 França, 14 Giosa, 18 Ricci (dal 71° 8 Piccinni), 25 Ramos, 26 Di Somma, 28 Lescano (dal 63° 10 Murano), 30 Guaita. Allenatore: Giuseppe Raffaele. A disposizione: 1 Breza, 12 Mazzoleni, 6 Sepe, 11 Matera, 15 Sales, 19 Di Modugno, 21 Genchi, 24 Bacio Terracino, 29 Sebastiano Longo.
Bisceglie (3-5-2): 22 Vassallo, 3 Mastrilli, 5 Markic, 8 Parlati (dal 62° 23 Giacomarro), 15 Leonardo Longo, 18 Triarico, 19 Risolo, 20 Jovanovic (dal 74° 9 Dhjolou), 21 Scalzone (dal 62° 11 Cuppone), 24 Bangu (dal 50° 10 Starita), 28 Giron. Allenatore: Rodolfo Vanoli. A disposizione: 27 Ndiaye, 2 Calandra, 4 Bottalico, 6 Maccarrone, 7 Dellino, 14 Camporeale, 17 Cuomo, 25 Casella.
Arbitro: Valerio Maranesi di Ciampino.
Assistenti: Giuseppe Mansi di Nocera Inferiore e Giuliano Parrella di Battipaglia.
Rete: 28° Ricci.
Note: spettatori paganti 3412, abbonati 1638, incasso 35.390,76 euro. Ammoniti: Risolo (61°), Giacomarro (65°). Calci d’angolo 8-6.

Bartolomeo Pasquale