Nella classica torrida estate pallonara dovuta non solo alle alte temperature che si stanno registrando in questi giorni sulla nostra penisola, ma soprattutto per le note vicende dovute alle iscrizioni di diversi club di Serie B e LegaPro ai rispettivi campionati, alcuni molto blasonati come Palermo e Foggia, che rischiano seriamente di ripartire dalla Serie D, ci sono invece dei posti dove il clima e la serenità accompagnano piacevolmente le giornate dei tifosi. Lecce rappresenta senza dubbio un’ isola felice in tal contesto dove, per fortuna, nonostante il caldo afoso si respira aria serena per non dire proprio di festa.
Ebbene si perchè nel Salento l’ unico motivo che potrebbe indurre i tifosi ad essere preoccupati è dettato dalla telenovela legata al bomber turco Burak Yilmaz che ancora tiene tutti con il fiato sospeso per quanto riguarda il suo approdo in giallorosso. Per il resto invece si può stare ampiamente tranquilli avendo una società sana sotto tutti gli aspetti, da quello economico a quello dirigenziale, passando per quello umano. Neanche i rumors dei giorni scorsi riguardanti la presunta evasione fiscale durante la gestione Tesoro, da parte di testate che in questo periodo probabilmente in mancanza del colpo di mercato cercano lo scoop in altra maniera, sono riusciti ad intaccare la serenità che tutto l’ ambiente respira e gode oramai da qualche anno a questa parte, grazie a una proprietà sana negli obiettivi e nei principi etici e morali.
Il riscontro di tutto questo lo si può ritrovare nei numeri registrati finora dalla campagna abbonamenti la quale sta dimostrando una parabola sempre più ascendente, il cui dato assestato alla data del 24 giugno recitava un totale di 5111 tessere vendute. Insomma parlare di entusiasmo solo per la promozione ottenuta lo scorso maggio sarebbe riduttivo visto che questo stato d’ animo generale continua in maniera perpetua e che non si era mai registrato nel recente passato.
Se si continuerà così l’ obiettivo di superare il record di abbonamenti, risalente alla prima promozione in Serie A del 1985, potrà essere ampiamente superato che in termini di numeri si tradurrebbe al varco della soglia delle 14000 tessere vendute.
Dal momento che i presupposti ci sono tutti bisognerà aspettare ancora un pò per conoscerne l’ esito ma dopo lo scorso maggio “nulla è più impossibile”.

Danilo Sandalo