Per uno che è di casa, che ad Acquaviva c’è nato e cresciuto, lasciare la magliadella propria città non è proprio facile. Anche se ci sono state occasioni in cui le strade dei rossoblu e di Francesco si erano separate, c’è sempre stato un filo sottile che li ha tenuti uniti. Ora, è arrivato il momento di un nuovo arrivederci, annunciato
qualche giorno fa con un post su Facebook: ‘

Sono stati anni bellissimi. Mai dimenticherò
questa maglia, per me una seconda pelle… Ci tenevo a ringraziare tutti: dai tifosi e tutti i dirigenti senza escludere nessuno, fino a ringraziare te, Felice Demarinis presidente per tutto quello che hai fatto e continuerai a fare per questa città… Per
me sarà una nuova sfida e l’ho accettata volentieri. Non so se sarà un addio o un arrivederci ma porterò sempre nel cuore questi colori. Un in bocca al lupo per tutto, il Capitano’
.
“Non è stato facile – le parole di Ferorelli – perché qui con questa maglia ci ho passato tanti anni, seppur non consecutivi. Ho vissuto esperienze bellissime in Eccellenza e Promozione, poi giocare con la stessa maglia, quella della tua città natale, ti dà
un’emozione unica. Una marcia in più”. Francesco, che ha compiuto 34 anni lo scorso 3 marzo, ha accettato l’offerta del Canosa ma non dimenticherà mai l’ambiente unico e le sensazioni di Acquaviva: “Qui mi conoscono tutti, l’ambiente è stupendo. Come ho detto
nel post su Facebook, non so se sarà un addio o un arrivederci. Vedremo, quello che è certo è che porterò sempre nel cuore i colori e la maglia della mia città”.