Ha rischiato grosso, ha rischiato di chiudere con un pareggio che avrebbe avuto il sapore della sconfitta, la Vibonese questo pomeriggio contro la Virtus Francavilla, nel turno infrasettimanale di Lega Pro giocato al Luigi Razza. Un match che si è risolto soltanto nel finale, grazie ad una rete di Prezzabile che ha fissato il punteggio finale sul 2-1 per i rossoblu. Ma che fatica.

La gara racconta di una Vibonese in campo con il consueto 4-3-3 e con in panchina un collaboratore tecnico di Modica, squalificato alla pari del suo secondo Facciolo. Solito 3-5-2 per la Virtus Francavilla: Vazquez e Perez a pungere in attacco e Di Cosmo a fare da pendolo fra la mediana e il reparto offensivo. Ed è proprio Di Cosmo a portare avanti i pugliesi all’ottavo minuto, dopo che una punizione di Petermann si era spenta a un soffio dal palo destro di Poluzzi. Rapida ripartenza della squadra di Trocini, pallone al centrocampista biancazzurro e tiro a giro che non lascia scampo a Greco.

Vibonese in tilt e incapace di replicare. Virtus più dinamica e padrona del campo. Al 23’ incursione di Caporale e tiro dalla distanza che si perde di poco sul fondo. La squadra di Trocini in pressing alto non fa respirare la formazione di casa, che ha così difficoltà a imbastire una trama di gioco apprezzabile. Zenuni e Di Cosmo in particolare si sobbarcano un duro lavoro soprattutto in fase di non possesso. Quindi, in una fase in cui il gioco era saldamente in mano ai biancazzurri, ecco il pareggio della Vibonese: Battista innesca Pugliese che si inventa un tiro a giro e a spiovere che si infila in rete. Il pari galvanizza la Vibonese, anche perché diminuisce il pressing della Virtus che fra l’altro al 43’ deve ringraziare Poluzzi il quale sventa la conclusione ravvicinata di Bernardotto, ben servito da Petermann. Si va al riposo sul risultato di parità.

Al rientro in campo nella Vibonese c’è Emmausso al posto di Bubas in attacco. Subito Francavilla pericoloso, con Del Col che anticipa Vazquez al momento di battere a rete da pochi passi. La risposta della Vibonese è affidata a Emmausso, la cui conclusione è deviata in corner dal muro difensivo pugliese. A metà ripresa inizia la girandola delle sostituzioni e fra coloro che escono dal campo c’è anche il goleador dei biancazzurri, Di Cosmo. La Virtus rischia grosso quando Tiritiello stende Bernardotto proprio a pochi centimetri dalla linea bianca dell’area di rigore. L’arbitro lo ammonisce e concede solo la punizione alla Vibonese. Spinge di più la squadra calabrese in questa fase del confronto e al 32’ ci vuole un intervento in tuffo di Poluzzi per deviare in corner il forte diagonale di Tumbarello. Ancora Vibonese al tiro qualche minuto dopo, con Emmausso che trova la parata di Poluzzi. La scena si ripete al 42’ e stavolta la respinta dell’estremo ospite è più impegnativa perché la forte punizione di Emmausso è deviata dalla barriera. Quindi ecco la rete del vantaggio rossoblù: lungo cross in area che scavalca Poluzzi, il pallone viene rimesso al centro dove Prezzabile anticipa tutti e depone in rete, scatenando l’esultanza dei rossoblù di casa. Nel recupero Emmausso trova per due volte l’opposizione di Poluzzi, anche se è troppo egoista, non servendo Bernardotto solo in area. Il match termina con la Virtus all’attacco. Ma il risultato non cambia più. I tre punti vanno alla Vibonese. Per il Francavilla solo tanto rammarico.

Vibonese-Virtus Francavilla: 2 – 1
Reti: 8’ Di Cosmo (F), 33’ Pugliese (V), 88’ Prezzabile (V)

Vibonese: Greco, Del Col, Malberti, Redolfi, Mahrous (67’ Tito); Pugliese (67’ Prezzabile), Petermann, Tumbarello; Battista (84’ Taurino), Bernardotto (90’ Altobello), Bubas (46’ Emmausso). A disp. Mengoni, Quaranta, Signorelli, Ciotti, Napolitano, Raso, Sgambati. All. Modica (squalificato in panchina Manganaro)

Virtus Francavilla: Poluzzi; Tiritiello, Marino, Caporale (63’ Delvino); Albertini, Zenuni, Di Cosmo (63’ Mastropietro), Castorani (74’ Risolo), Gallo; Vazquez (84’ Baclet), Perez (84’ Marozzi). A disp. Costa, Pambianchi, Sparandeo, Setola, Sarcinella, Ekuban. All. Trocini

Arbitro: Carrione di Castellammare di Stabia (Valletta di Napoli e Donato di Milano)
Note: spettatori 710 (6 ospiti) per un incasso di 2100 euro. Ammoniti: Redolfi, Prezzabile, Taurino (V), Di Cosmo, Tiritiello, Delvino (F). Espulso Tiritiello (F) al 95’ per doppia ammonizione. Angoli 9-2. Recupero: 1’pt, 5’st