I medici delle squadre di Serie C restano sul piede di guerra e continuano ad opporsi alla ripartenza del campionato. Dino Furioso, responsabile sanitario della Virtus Francavilla, annuncia misure drastiche alla Gazzetta del Mezzogiorno:

“La maggior parte dei colleghi è d’accordo con me nel giudicare totalmente inapplicabile il protocollo sanitario, sia per questioni economiche che strutturali. È impossibile che la Lega Pro possa seguire un protocollo già complicato per la Serie A. Noi responsabili sanitari siamo disposti a dimetterci in massa entro il 28 maggio, così che non si possa giocare a priori vista l’assenza di personale medico sul campo. È normale che alcuni potrebbero non essere d’accordo con me, perché condizionati dalle società, ma siamo tutti consapevoli del rischio che correremmo tornando in campo”.