Di Luca Ferrante

Pareggio giusto tra Bisceglie e Casertana al “Gustavo Ventura” nel turno infrasettimanale della sesta giornata del campionato di Serie C girone C. I nerazzurri hanno sprecato nel finale con Gatto mentre i rossoblu hanno recriminato i due gol annullati a Starita per un tocco di mano e a Zito su punizione. Alla fine entrambe le compagini si sono dovute accontentare, portando a casa un buon punto.

Unica novità nell’undici di mister Rodolfo Vanoli, rispetto alla gara con l’Avellino, è l’inserimento di Tarantino al posto di Mastrippolito. Confermato il 3-5-2 con Casadei in porta, in difesa Hristov, Zigrossi e Piccinni mentre a centrocampo Turi, Rafetrainaina, Abonckelet, Zibert e Tarantino. Duo d’attacco composto da Gatto e Longo.

Il tecnico Ciro Ginestra, ex di turno, ha risposto con un 3-5-2 a specchio: Crispino fra i pali, difesa con Rainone, Silva, Caldore. A centrocampo Adamo, D’Angelo, Santoro, Laaribi, Zito alle spalle di Starita e Castaldo.

 

Nessuna azione degna di nota nei primi 25 minuti del match con la Casertana che ha mantenuto per lunghi tratti il pallino del gioco senza riuscire a impensierire Casadei. Il team biscegliese è rimasto schiacciato nella propria metà campo, provando a ripartire in contropiede. Primo acuto della gara di Rafetrainiaina con un tentativo dalla distanza terminato a lato.

 

Al 33° cross dalla destra di Adamo per Starita che, dopo un rimpallo, ha depositato la palla in rete. L’arbitro ha però fermato il gioco per un tocco di mano dell’attaccante rossoblu negandogli il gol dell’ex. Pericolo scampato per la formazione stellata che ha risposto un minuto dopo con Abonckelet, il cui colpo di testa ha sfiorato l’incrocio dei pali. Nel finale nessuna opportunità importante per entrambe le compagini.

 

A inizio ripresa sono stati sempre i nerazzurri a rendersi più pericolosi con Gatto, servito da Rafetrainiaina che aveva recuperato palla a centrocampo, che ha provato una conclusione a giro finita di poco fuori alla destra della porta difesa da Crispino. I padroni di casa hanno insistito al 55° sugli sviluppi di una punizione dai venticinque metri battuta da Piccinni terminata sulla barriera: sulla ribattuta gran tiro dalla distanza di Zigrossi che ha centrato in pieno la traversa, poi palla a Gatto che ha realizzato ma in posizione irregolare.

 

Dieci minuti più tardi altro gol annullato agli ospiti a seguito di un calcio piazzato indiretto di Zito finito in rete senza che un calciatore toccasse la sfera. Con gli ingressi di Manicone e Mastrippolito, gli stellati hanno cercato di alzare l’intensità in attacco alla ricerca del disperato vantaggio. Nel finale due opportunità in rapida successione per i nerazzurri prima con Mastrippolito all’interno dell’area, servito da Gatto, che non è riuscito a depositare il pallone nel sette e poi con Gatto che a tu per tu con Crispino ha calciato addosso all’estremo rossoblu.

 

I nerazzurri salgono così a quota 8 punti in classifica e nel prossimo turno renderanno visita alla Sicula Leonzio.

 

BISCEGLIE-CASERTANA 0-0

Bisceglie (3-5-2): 1 Casadei, 3 Tarantino (dal 23° 15 Cardamone), 5 Zigrossi, 10 Gatto, 11 Rafetrainaina, 16 Abonckelet, 17 Longo (dal 71° 6 Mastrippolito), 21 Turi (dal 71° 29 Manicone), 23 Piccinni, 25 Hristov, 30 Zibert. Allenatore: Rodolfo Vanoli. A disposizione: 22 Borghetto, 2 Diallo, 4 Wilmots, 9 Montero, 14 Camporeale, 18 Carrera, 20 Spedaliere, 27 Ferrante, 28 Estol.

Casertana (3-5-2): 1 Crispino, 2 Rainone, 4 Caldore, 5 Santoro, 7 Starita (dal 77° 9 Cavallino), 8 D’Angelo, 10 Castaldo, 11 Zito, 17 Adamo (dal 46° 15 Longo), 20 Laaribi (dal 52° 13 Zivkov), 28 Silva. Allenatore: Ciro Ginestra. A disposizione: 12 Zivkovic, 22 Galluzzo, 6 Gonzalez, 14 Ciriello, 16 Matese, 18 Clemente, 19 Lezzi, 23 Varesanovic, 27 Paparusso.

Arbitro: Francesco Luciani di Roma.

Assistenti: Francesco Rizzotto e Francesco Valente di Roma.

Note: spettatori e incasso non ancora comunicati. Ammoniti: Hristov (19°), Starita (33°), Zibert (61°), Santoro (66°), Piccinni (73°), Silva (85°). Espulso Di Maio, viceallenatore di Ciro Ginestra per proteste (56°), Calci d’angolo 3-7. Recupero: primo tempo 2 minuti, secondo tempo 4 minuti.

 

Foto di Matteo Piccinni a firma di Emmanuele Mastrodonato