Carovigno corsaro a San Pancrazio contro il Salento Football di Leverano, sotto di 2 gol rimonta e vince 2-3

Partita che sembrava cosa fatta per i locali di Leverano che dopo 15′ vanno in gol con il solito Quarta su una palla misteriosa che si infila nel sette a destra di Abatematteo. Il Salento F. gestisce bene il vantaggio a centrocampo, dove si denota una carenza dei rossoblù. Mister Vignola schiera un modulo 4-3-1-2 che appare gia da subito poco appropriato per l’occasione. I rossoblù si avvicinano al pareggio per ben tre volte, Moretti tra i migliori della giornata ha due occasioni ghiotte, la prima manda fuori di un soffio su un tiro centrale a portiere battuto, poi dalla solita posizione sugli esiti di un calcio d’angolo l’under carovignese prende in pieno la traversa. Tidiane dalla destra lancia un rasoterra che sfiora il secondo palo miracolando ancora una volta l’estremo locale. Quando sembrava che il gol del pareggio era nell’aria ecco che la solita disatenzione difensiva concede il secondo gol al Salento, dalla destra un assist sorvola tuta la difesa e trova Mazza da solo che appoggia in rete. Carovigno non si perde di animo, a tempo quasi scaduto arriva l’assist di Greco dalla fascia destra, Tidiane ben piazzato a centro area trafige la porta avversaria con un colpo di testa infallibile. Si va al the caldo sul 2-1.

La ripresa inizia più motivata per i ragazzi di Vignola che oggi non si danno per vinti, entrano Cirasino e Diagnè, cambia il gioco e su un’incursione partita dalla difesa Camposeo in mischia acompagna la sfera in rete e sancisce il pareggio per i rossoblù. Il Salento non giunge facilmente in area di Abatemateo, Quarta non è di precisione, una sua buona occasione la sciupa con un tiro che va oltre la traversa. Gli ospiti sono motivati, al 32′ del s.t. Diagnè, sempre devastante sulla fascia destra, lancia un delizioso assist in area, Martella al volo e in rovesciata segna un gol stupendo che sa di vittoria. Inutile il forcing del Salento che non incide più di tanto e il match si avvia al termine senza più emozioni. Dopo 5 minuti di recupero concessi dall’arbitro Rutigliano di Lecce arriva il fischio finale.

Partita giocata con il cuore da parte dei ragazzi di mister VIgnola che questa volta non si sono fatti prendere dallo sconforto dopo lo svantaggio di 2 reti a 0. La energica reazione avuta ha dato i frutti sperati portando a casa una vittoria che alza il morale, ma purtroppo poco la classifica.

Migliore in campo Francesco MARTELLA.