Pari beffa per la Virtus Andria contro la Virtus Molfetta

153

In vantaggio di due reti nel primo tempo i biancoazzurri si fanno rimontare dagli ospiti che raggiungono il pari al 90’ su calcio di rigore.

 

Occasione sciupata per la Virtus Andria che nella diciottesima giornata del campionato di Prima Categoria pugliese girone A pareggia nello scontro diretto interno contro la Virtus Molfetta.

Diverse le defezioni in casa Virtus Andria con il capitano Saverio Addario squalificato, su tutti.

Eppure la gara sembra mettersi bene per gli uomini di mister Sinisi in vantaggio al minuto 15 grazie alla parabola vincente su calcio di punizione di Donato Loconte.

Non contenti del vantaggio i padroni di casa poi raddoppiano con Domenico Amorese che al 21’ trova il pertugio giusto in area di rigore e batte Mongelli con un sinistro a fil di palo.

Virtus Andria in palla e che macina gioco almeno fino alla rete del 2-0, poi i biancoazzurri compiono l’errore di rilassarsi un po’ troppo e così la Virtus Molfetta prima va vicina alla rete al 23’ con un colpo di testa finito sulla traversa e poi si riporta in partita con la rete di Giuseppe Murolo su calcio di punizione al 40’.

Nella ripresa gli ospiti ringalluzziti dalla rete a fine primo tempo, spingono ma la squadra di casa fa buona guardia pur soffrendo il dinamismo degli avversari ma sfiorando anche in un paio di occasioni la rete del 3-1.

La beffa però è dietro l’angolo e così al 90’in un’azione concitata in area di rigore il neo entrato Michele Binetti subisce fallo da Erminio, è calcio di rigore per la Virtus Molfetta.

Sul dischetto si presenta Giuseppe Murolo che spiazza Simone e fa 2-2 siglando la sua personale doppietta.

A nulla servono i 5 minuti di recupero, il risultato non cambia più.

Un pari che fa male per la Virtus Andria che sicuramente avrebbe dovuto amministrare meglio il doppio vantaggio ottenuto nel primo tempo ma per quello che si è visto in campo il pari è stato un risultato giusto tra due squadre che tutto sommato si sono equivalse.

1 punto che porta i biancoazzurri a quota 21 ora a +6 sulla Nuova Daunia Foggia terzultima a quota 15 nella zona playout.

Quota 22 raggiunta invece dalla Virtus Molfetta.

Una lotta per evitare la coda spareggi che si fa sempre più viva e domenica prossima per i ragazzi di Sinisi ci sarà la trasferta di Cerignola contro la Gioventù Calcio Cerignola in un altro scontro salvezza.

La Virtus Molfetta invece giocherà tra le mura amiche del “Paolo Poli” contro l’Ideale Bari.

 

VIRTUS ANDRIA vs VIRTUS MOLFETTA 2-2

 

VIRTUS ANDRIA: Simone, Di Palo (77’ Capogna), Montrone, Erminio, A. Addario, Pasculli, F. Amorese (92’ Cosentino), D. Amorese, Fiore (66’ Cipri), Loconte, Tesse.

A disposizione: Mancino, Di Chio, Nesta, S. Cannone, Nicolamarino. All. Cosimo Sinisi

 

VIRTUS MOLFETTA: Mongelli, Germinario (66’ Mau. Binetti), Spagnoletta (54’ Porcelli), De Candia, Di Gioia, G. De Gennaro, Tammacco (80’ Mic. Binetti), Grieco, Bavaro (75’ De Cesare), Murolo, Sawadogo (75’ Amato).

A disposizione: Xhafaj, Cusanno, Di Pinto, F. De Gennaro. All. Nicola Mininni

 

ARBITRO: Marco Mancino della sezione di Foggia

 

MARCATORI: 15’ Loconte (VA), 21’ D. Amorese (VA), 40’ e 90’ Murolo (VM)

 

NOTE: espulso Nesta (VA) AL 53’ dalla panchina per proteste

Ammoniti Erminio, D. Amorese, Tesse (VA), Germinario, De Candia, Di Gioia, Tammacco (VM)

 

 

Alessandro Polichetti