La Juve Stabia esce sconfitta dalla prima gara di campionato contro il Monopoli. Parte male l’avventura di Pasquale Padalino sulla panchina delle Vespe. Nonostante il vantaggio iniziale firmato da Niccolò Romero, i gialloblù si fanno rimontare complice l’autogol di Rizzo e il gol di Starita allo scadere.

Prima di campionato per la Juve Stabia targata Andrea e Giuseppe Langella. Le Vespe scendono in campo contro il Monopoli sotto una pioggia incessante che nel pomeriggio si è abbattuta su Castellammare. Scelte obbligate per l’allenatore Pasquale Padalino in attesa di nuovi rinforzi in sede di calciomercato. Il tecnico di Foggia opta per un offensivo 4-3-3. In porta debutta l’esperto Matteo Tomei. Linea difensiva a quattro composta da Troest e Allievi al centro e da Rizzo e Todisco sulle fasce. In regia c’è Luca Berardocco, ai suoi lati Mastalli e Scaccabarozzi, quest’ultimo al debutto con le Vespe. In attacco parte Niccolò Romero come punta centrale, sugli esterni si fa affidamento alla velocità e alla tecnica di Francesco Golfo e Accursio Bentivegna. A disposizione tanti giovani ragazzi della berretti gialloblé, oltre agli esperti Codromaz e Lazzari.

Dopo sette minuti di gioco il Monopoli si fa vedere nella metà campo avversaria. Francesco Giorno ci prova dalla distanza, Tomei è bravo a bloccare la sfera. Al 13’ ospiti ancora pericolosi con Paolucci che, servito alla perfezione in area, prova a superare il numero uno delle Vespe, il terzino Alberto Rizzo interviene con decisione sulla palla ed evita la conclusione a rete del centrocampista del Monopoli. Al 21’ traversone insidioso di Francesco Golfo verso la porta difesa da Pozzer, l’esterno offensivo mette al centro ma non arriva la deviazione in rete di Niccolò Romero. Al 23’ Starita prova la conclusione da posizione defilata dopo una brutta palla persa dalle Vespe a centrocampo, Tomei si fa trovare pronto e devia in angolo. Dopo 27 minuti di gioco Grimaldi ben servito al limite dell’area da Scaccabarozzi sciupa una buona occasione per la Juve Stabia, preferendo scucchiaiare in area anziché calciare dalla distanza: risultato ancora fermo sullo 0-0. Alla mezz’ora ancora Juve Stabia in avanti: Golfo prova la conclusione a rete dopo un’azione personale, il tiro è potente ma finisce a lato e non impensierisce il numero 12 del Monopoli. Al 32’ doppia conclusione degli ospiti verso la porta delle Vespe, sugli sviluppi di un calcio d’angolo ci provano prima Piccinni e poi Giosa, respinge la retroguardia gialloblé. Padroni di casa in vantaggio al 37’: contropiede della Juve Stabia, Romero corre verso la porta avversaria e calcia prima di entrare in area di rigore, il tiro è angolato e Pozzer non ci arriva, 1-0 per le Vespe al Menti.

Dopo due minuti di recupero finisce il primo tempo tra Juve Stabia e Monopoli, Vespe in vantaggio in questa prima frazione di gioco.

Monopoli subito aggressivo nella ripresa: al 50’ tiro insidioso di Giorno, respinge con i pugni Tomei. Gli ospiti trovano il gol del pareggio al 63’: cross dalla destra di Tazzer indirizzato verso il numero 23 Samele, Rizzo anticipa di testa l’attaccante avversario ma spedisce la palla nella propria porta, realizzando il più classico degli autogol. Juve Stabia immediatamente all’attacco alla ricerca del gol del vantaggio, al 65’ Bentivegna servito in area solo davanti al portiere si fa ipnotizzare da Pozzer che devia in angolo. Sugli sviluppi di calcio da fermo ci prova di testa Troest, ma il difensore delle Vespe non inquadra lo specchio della porta. Monopoli in vantaggio, gol di Ernesto Starita al 69’: pasticcio della difesa delle Vespe sull’asse Allievi-Tomei, la sfera arriva all’attaccante del Monopoli dopo un rimpallo tra i due calciatori gialloblé, Starita appoggia in rete a porta sguarnita. All’87’ Juve Stabia pericolosa con Niccolò Romero, la punta delle Vespe impensierisce Pozzer in due occasioni, facendo valere la propria fisicità in area di rigore, la retroguardia del Monopoli sventa la minaccia. Al 90’ punizione calciata in modo magistrale da Francesco Giorno, miracolo di Tomei che si tuffa e respinge la sfera indirizzata all’angolino alto. Dopo quattro minuti di recupero arriva il triplice fischio dell’arbitro Andrea Colombo della sezione di Como, Juve Stabia-Monopoli 1-2.

JUVE STABIA-MONOPOLI: 1-2
Reti: 37’ Romero (Juve Stabia); 63’ autogol Rizzo (Monopoli); 69’ Starita (Monopoli)

Juve Stabia (4-3-3): Tomei; Todisco (74’ Codromaz), Troest, Allievi, Rizzo; Scaccabarozzi, Berardocco, Mastalli (24’ pt Grimaldi – 74’ Della Pietra); Bentivegna, Golfo, Romero.
All. Pasquale Padalino.

Monopoli (3-5-2) – Pozzer; Sales, Giosa, Mercadante; Tazzer, Piccinni (73’ Guiebba), Giorno, Paolucci (93′ Arena), Zambataro: Starita, Montero (60’ Samele).
All. Giuseppe Scienza.

Arbitro: Andrea Colombo della sezione di Como.

Assistenti: Claudio Gualtieri di Asti; Claudio Petrella di Viterbo; Mattia Massimino di Cuneo.

Ammoniti: 17’ Giorno (Monopoli); 34’ Paolucci (Monopoli): 43’ Romero (Juve Stabia); 50’ Berardocco (Juve Stabia); 70’ Grimaldi (Juve Stabia)