Il presidente del Taranto Massimo Giove, ai microfoni della Gazzetta del Mezzogiorno ha analizzato diversi temi riguardanti la società rossoblù. Il primo punto trattato è stata la questione legata alla cessione della società. Nel corso delle settimane ci sono state diverse conferme e allo stesso tempo smentite. Dunque, fare chiarezza attraverso le parole del numero uno del Taranto è piuttosto opportuno. Giove ha sottolineato che ci sono stati contatti ma nulla di concreto. Quindi, la verità è che i Delfini ripartiranno con serenità e con umiltà dalla prossima stagione.

Tuttavia, il presidente, si è soffermato sulla vicenda riguardante la proprietà del logo. “Abbiamo rimesso la società nella condizione in cui si trova la totalità del club. Sicuramente ci sono state delle incomprensioni. Inoltre, penso che ottenere la piena disponibilità del logo rappresenta un passaggio non più rinviabile” sono state le parole di Giove. 

Per concludere, il numero uno rossoblù si è soffermato sulle figure di Vittorio Galigani e Danilo Pagni. “Io vivo di presente. Non mi lascio condizionare da ciò che è stato. In questo momento, Galigani è un semplice consulente personale. Porta un bagaglio di conoscenze specifiche. Pagni, invece, è il nuovo direttore sportivo. L’ho scelto perchè può aiutarci a crescere”. Conoscenza e competenze, dunque, al servizio del Taranto.